Al momento stai visualizzando Cammino di Santiago: Pamplona-Puente Reina

Cammino di Santiago: Pamplona-Puente Reina

Diario di viaggio lungo il Cammino di Santiago: terza tappa

Questo è il racconto di Virginia e Federico, due ragazzi abruzzesi di L’Aquila che hanno deciso di intraprendere questo lungo Cammino di Santiago sull’itinerario francese; un percorso difficile da Saint Jean Pied de Port alla Cattedrale de Compostela. Un resoconto spontaneo e ricco di spunti interessanti; parole sincere piene di sudore e fatica, di sacrificio e forza di volontà. Qui trovate un riassunto di tutto il Cammino Francese, informazioni sulle tappe, costi ed approfondimenti passo dopo passo!

tramonto lungo il cammino di santiago, itinerario francese - blog di viaggi

Tappa n.3: da Pamplona a Puente la Reina

Sono le 7:00 del mattino e l’atmosfera di Pamplona è così magica, non c’è nessuno per il momento, quasi deserta. Qui in Spagna le ore sono molto confusionarie rispetto a noi, almeno una o due indietro per tutto. Troviamo un bar aperto per puro caso, ci fermiamo per colazione ordinando il nostro amato saccottino al cioccolato e cappuccino; pronti per ripartire verso la prossima destinazione! Il sole scalda subito l’ambiente e la salita comincia a farsi sentire sin dai primi passi, l’Alto del Perdon ci aspetta, non vediamo l’ora di raggiungerlo. Sarà uno dei monumenti più significativi e toccante di tutto il Cammino di Santiago.

Arriviamo fin su ma non c’è molta gente, e quella poca che c’è è tutta italiana; ormai sempre i soliti volti che perdiamo e recuperiamo continuamente! Il monumento è bellissimo, scattiamo qualche foto, mangiamo una banana per merenda e si va, questa volta tutto in discesa verso Puente la Reina con l’ultimo tratto non molto piacevole.

lungo il cammino di santiago, itinerario francese - blog di viaggi

Finalmente arriviamo, cerchiamo posto per dormire: tutto pieno! Puntiamo per un municipal (albergo a gestione urbana, spesso la scelta più economica e basilare) che generalmente ha molti posti, e infatti troviamo la sistemazione a 7 euro, non male dai! Subito ci sbuca all’occhio un cartello con scritto Piscina Municipal a 2 euro per un po di relax pomeridiano (Portare sempre un costume, spesso si trovano piscine, fiumi, laghi e mare al km0 dove rinfrescarsi e rilassare le gambe).

Dopo la piscina andiamo a fare un pò di spesa per la cena e la colazione del giorno successivo con costi leggermente inferiore ai nostri supermercati. Solita routine serale e ninna! Domani sveglia alle 4: partire presto è l’unico modo per affrontare il caldo torrido nei mesi estivi!

Oggi soltanto 25 km, ma sentiti il doppio per i continui sali e scendi che spezzano fiato e gambe!

Se vi siete persi il racconto della tappa precedente cliccate qui.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 0 / 5. Voti totali: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento