Al momento stai visualizzando Il Cairo: cosa vedere in 3 giorni

Il Cairo: cosa vedere in 3 giorni

Viaggio in Egitto: itinerario nella capitale egiziana

E’ considerata una delle capitale più caotiche al mondo: una città che non dorme mai, sempre attiva, rumorosa, chiassosa. E’ il primo passo per entrare in Egitto dalla porta principale, per poi seguire itinerari differenti verso sud, verso il deserto oppure attraversando la penisola del Sinai. Trascorrere 3 giorni ad Il Cairo non sono tanti come molte persone pensano. Il Cairo ha bisogno di tempo per mostrarsi per come è! Per ovvi motivi si sceglie di restare il minimo necessario per visitare le Necropoli di Giza ed il Museo. Se non avete fretta e volete viaggiare a passo lento prendetevi tutto il tempo necessario per visitare la capitale egiziana: non ve ne pentirete!

Scopri le migliori attività da fare ad Il Cairo e dintorni con partenza dalla capitale: escursioni in giornata, avventurose e tour guidati!

per le strade della Old Cairo in Egitto - blog di viaggi
Old Cairo.
Mercato Khan el-Khalili ad Il Cairo - blog di viaggi
Suq mercato Khan el-Khalili.

Visitare la grande Necropoli di Giza

Un giorno intero è d’obbligo organizzarlo per visitare le grandi Piramidi. Magari non quello di arrivo perché la giornata dovrà essere interamente dedicata a Giza, Saqqara e all’antica capitale Menfi. Come vedere tutto ciò? La Necropoli può essere visitata in solitaria (soluzione che sconsiglio anche al miglior egittologo) ma uscire senza nozioni base sarebbe un grosso danno alla storia antica della civiltà egizia. Durante il mio viaggio zaino in spalla in Egitto, un itinerario di 12 giorno da nord a sud, ho conosciuto Karam che mi ha aiutato a scoprire un Paese diverso ed originale rispetto ai classici tour: è una guida parlante italiano seria e leale con la quale è iniziata una profonda collaborazione. Nel link sovrimpresso trovate anche tutti i costi per un viaggio da fare in autonomia.

Viaggi di gruppo in Egitto con Fabio Sansone - blog di viaggi
Il mio viaggio in Egitto.
itinerario di 3 giorni al Cairo: Giza e le Piramidi - blog di viaggi
Visuale della necropoli di Giza dalla terrazza d’hotel.
Piramide a gradoni a Saqqara in Egitto - blog di viaggi
La Piramide a gradoni di Djoser.
Il grande colosso sdraiato di Ramsess II a Menfi in Egitto - blog di viaggi
Colosso di Ramsess II.

Ecco quali sono le attrazioni da non perdere assolutamente a Giza e dintorni

  • Piramide di Cheope, Chefren e Mecerino;
  • La Grande Sfinge;
  • La Piramide a gradoni di Djoser ed il tempio di Heb-Sed;
  • La Necropoli di Saqqara;
  • L’Antica capitale di Menfi;
  • Il Museo Egizio (trasferito da poco dal Il Cairo a Giza).

Itinerario di due giorni ad Il Cairo

Dopo aver dedicato un’intera giornata in uno dei luoghi più incredibili al Mondo, è tempo di immergervi nella vera quotidianità egiziana. Due giorni ad Il Cairo tra mercati, suq e profumi inebrianti: la città può essere girata comodamente da soli e questo paragrafo è dedicato esclusivamente a come visitare Il Cairo in autonomia utilizzando i mezzi di trasporto locali senza paura di perdersi. Salirete a bordo di piccoli automezzi condivisi, una sorta di tuk tuk asiatici ma coperti, a forma di furgoncino o mini bus con la capienza di massimo 8 persone. Si fermano ovunque per strada con un semplice cenno di mano; vanno ovunque e raggiungono qualsiasi punto della città. Ecco cosa vedere ad Il Cairo:

  • La cittadella con la Moschea Al-Nasser Mohammed: iniziate la visita dal punto più alto e lontano dalla città, per poi entrare nel vivo della Old Town;
  • Moschea di Ibn Tulun;
  • Moschea del Sultano Hassan;
  • mercato Khan el-Khalili e Moschea di al-Husayn;
  • quartiere Copto;
  • Torre de Il Cairo;
  • la chiesa sospesa di Hanging;
  • la Sinagoga Ben Ezra;
  • Piazza Tahrir.
le cupole della moschea di mohammed ali nella cittadella del Cairo - blog di viaggi
Moschea al-Nasir Muhammad.
Ragazzi egiziani ad Il Cairo - blog di viaggi
Ragazzi egiziani per le strade de Il Cairo.

Dove e cosa mangiare ad Il Cairo: piatti tipici egiziani

Non potete uscire dalla capitale senza aver assaggiato i piatti tipici della tradizione egiziana evitando ristoranti e trappole per turisti. Sul mio blog non troverete mai un riferimento ad un particolare ristorante perché adoro mangiare nei mercati o in posti impensabili. A detta di molte persone, il cibo egiziano non è piaciuto proprio a tutti, eppure le differenze con gli altri Paesi arabi è sostanzialmente poca. Lo street food è praticamente ovunque, la frutta esotica la trovate esposta in qualsiasi bancarella, ma per assaggiare qualcosa di veramente tipico bisogna andare oltre: il Koshari (in due versioni differenti) è un piatto di pasta corta (tubetti), molto umile ma saporito con riso, lenticchie, ceci, cipolle caramellate e sugo. Pasto economico e di sostanza. Se siete amanti come me dello street food egiziano, non perdetevi lo Hawawshi: nel centro del Il Cairo lo troverete ovunque. E’ una pita (pane tradizionale mediorientale) ripiena di carne macinata e formaggio.

Mangiare piatti della tradizione egiziana - blog di viaggi
Due ragazzi che mangiano il Koshari.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 3

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Questo articolo ha 4 commenti

  1. Salvatore

    Complimenti! Non ho mai letto un post così interessante!

    1. Fabio Sansone

      Grazie mille, è un piacere leggere il suo commento!

  2. Sara

    Complimenti per l articolo, molto interessante!
    Solo una domanda: Il nuovo Museo Egizio,trasferito da poco dal Il Cairo a Giza, non è ancora aperto vero? Dicevano per fine del 2023 se non sbaglio 🥲.

    1. Fabio Sansone

      Ciao Sara,grazie mille per la lettura. No, ancora non è stato trasferito e da aggiornamenti di gennaio 2023 il museo è ancora ad Il Cairo.

Lascia un commento