Al momento stai visualizzando Itinerario di 10 giorni nel Pakistan del Nord

Itinerario di 10 giorni nel Pakistan del Nord

Viaggio “on the road” da Islamabad alle montagne del Karakorum

Sono proprio le disavventure a rendere i viaggi ancora più incredibili: è il caso del viaggio on the road in Pakistan del Nord, da Islamabad, passando per la Karakorum Highway fino alla regione Gilgit-Baltistan. Una regione verde, rissa di fiumi, con le catene montuose più alte del Mondo. Dal finestrino di un’auto si scrutano dettagli che difficilmente vengono dimenticati: la gente passa intere giornate sul ciglio della strada ad osservare i passanti

pastore pakistano nelle montagne del Gilgit Baltistan - blog di viaggi
Pastore sul Gapaa mountain.

Diario di viaggio nel Pakistan del Nord

1° giorno da Islamabad a Gilgit

La strada per Gilgit è un’autostrada a tutti gli effetti per le prime due ore di macchina: il primo tratto è a 3 corsie fino a Balakot, poi si sviluppa a doppio senso di marcia attraversando villaggi e stradine di campagna. Tutte le gallerie sulla highway sono contrassegnate dalla scritta Long life Pak-China Friendship, a testimoniare che tutte le infrastrutture in realizzazione sono finanziate dal governo cinese. Lungo le strade sfrecciano auto marchiate Mehran, le più utilizzate in Pakistan, accompagnati da carretti e mini autobus come mezzi di trasporto per qualsiasi genere, umano ed animale. È Lungo queste strade si assiste alla vera vita locale, tra bazar, campi di grano ed allevamenti di api.

Il secondo tratto è tortuoso, sterrato a tratti anche pericoloso a strapiombo sulle vallate circostanti: si raggiungono i paesi di Kaghan, Naran e Babusar prima di iniziare la discesa verso l’imbocco della Karakorum Highway. I villaggi si alternano chiassosamente, le strade spesso diventano dei veri torrenti in piena, mentre si assiste a di tutto e di più, come in un film ma con la differenza che i tuoi occhi vedono realmente ciò che accade. Ogni villaggio che si attraversa è pieno di folclore e stupore da parte della gente del posto. Sei uno sconosciuto ed al contempo stesso un eroe, un idolo in quel momento. Sei un personaggio famoso che nessuno vuol perdersi: foto, selfie e contatti social e tutti sono così contenti.

Lungo la strada da Islamabad a Gilgit in Pakistan - blog di viaggi
Percorrendo le strade nel nord del Pakistan.

Il costo per raggiungere Gilgit da Islamabad e viceversa con auto privata varia tra i 100 ed i 150 euro. In condizioni normali si impiegano dalle 10 alle 12 ore di macchina, con la possibilità di incontrare alcuni imprevisti.

2°giorno da Gilgit al Gapaa Valley

Si parte dalla città di Gilgit per raggiungere la Gapaa valley, un luogo nascosto a molti viaggiatori, un trekking di un paio di ore verso il Glaciar Gapaa. Quello che sorprende è il viaggio in jeep fino al campo base. La strada di circa 6 km è completamente sterrata e sale costante seguendo il corso del fiume, che, ad ogni pioggia torrenziale cambia il suo tracciato a causa degli enormi dissesti idrogeologici. Il viaggio di andata è agevole, quello di ritorno un disastro a causa delle forti piogge notturne. La maggior parte dei tornanti era andato giù come il burro con l’impossibilità di ritornare in auto.

abitazioni rurali tipiche del Pakistan - blog di viaggi
Abitazione tipica nelle montagne pakistane.

In questa splendida cornice della valle, i pasti avvengono all’interno delle antiche abitazioni dei pastori che ancora vivono li. Si cucina con metodi rudimentali ma efficaci, tutti prodotti di produzione propria, dal latte alla farina. Il chapati, immancabile nella cucina pakistana, accompagna qualsiasi tipo di pasto, dalla colazione alla cena.

cucina tradizionale pakistana nella regione Gilgit-Baltistan - blog di viaggi
Cucina tradizionale pakistana.

3°giorno da Minapin ad Hapakun base camp 1

Dal villaggio di Minapin parte il sentiero di trekking di circa 8 km per raggiungere il primo campo base di Hapakun quota 2800 con pernotto in tenda. Durante il percorso si incontrano i pastori che vivono in altura durante tutto l’anno, producendo prevalentemente latte di capra. Ti fermano, ti offrono da bere e vogliono che gli scatti anche una foto (sono molto entusiasti nel rivederla).
Cena in base-camp in compagnia di alcuni ragazzi svedesi a base di pollo, riso e mix di verdure in padella, con l’immancabile chapati. Chai tea di chiusura.

sulla Karakorum road in Pakistan - blog di viaggi
Lungo la Karakorum Highway.

4°giorno da Hapakun a Rakaposhi base camp 2

dal campo base n.1 si raggiunge il campo base n.2 ai piedi del Rakaposhi mountain in un’ora e mezza. Il tempo non è dei migliori con una fitta pioggia che consente di avere un comfort migliore. Esperienza di salire su di un ghiacciaio e bere all’interno delle pozze di acqua che si vengono a creare.

Rakaposhi base camp 2 - blog di viaggi
Rakapochi Base camp n.2

5°giorno dal ghiacciaio al Diran base camp 3

Dal Rakaposhi base camp 2 si raggiunge il Diran base camp 3 in circa tre ore di trekking attraversando il ghiacciaio. Il tempo nel nord del Paese è sempre incerto. Se soleggiato si possono vedere molte vette tra cui quella del Rakaposhi, Diran ed Hunza.

Ghiaccio Diran in Pakistan - blog di viaggi

6°giorno Hunza Valley

Attabad Lake è un lago formatosi nel 2010 a causa di frane e terremoti. Oggi, con le sue splendide acqua color turchese è una meta molto ambita dai locali per praticare alcune attività come le moto d’acqua. Proseguendo nel viaggio lungo la Karakorum Highway è possibile visitare due fortini utilizzati per il controllo dell’area: Baltit Fort ed Altit Fort con i rispettivi villaggi molto caratteristici.

Il lago Attabad nella regione Gilgit Baltistan in Pakistan - blog di viaggi
Lago di Attabad.

7°giorno Gilgit

Gilgit è il centro più importante del nord del Pakistan, punto di riferimento per le escursioni nelle montagne circostanti. Cosa vedere e cosa fare Gilgit?

  • Danyore Bridge, il ponte sospeso con la sua vista panoramica sulla valle, costruito nel 1957 e portato a termine quattro anni più tardi;
  • Il bazar Aamiri, il chiassoso mercato dove acquistare qualsiasi cosa
  • Kargah Buddha, il Buddha scavato nella roccia con la faccia ampia e squadrata, orecchie dilatate e naso piatto. Si trova a circa 5 km dal centro di Gilgit, raggiungibile esclusivamente con auto privata.
  • Giocare a cricket con i ragazzi locali: lo sport nazionale del Pakistan è molto diffuso tra i giovani che, si divertono a praticarlo ovunque.
il piccolo villaggio ai piedi del Baltit Fort nella Hunza Valley in Pakistan - blog di viaggi
Hunza village.

8°giorno da Gilgit ad Islamabad

Il volo interno da Gilgit ad Islamabad spesso viene cancellato a causa delle cattive condizioni meteorologiche: per essere operativo ha bisogno di un cielo sereno o poco nuvoloso, perché nella sua direzione di decollo è collocato il massiccio del Nanga Parbat con i suoi 8126 metri.

Questa incertezza porta a trovare una soluzione differente per raggiungere la capitale, ma deve essere preventivata anche durante la programmazione dell’itinerario nel Pakistan del Nord. Come all’andata, anche il ritorno avviene con la medesima soluzione, ma questa volta lungo il percorso succede di tutto…. dalle frane ai blocchi stradali accumulando ore ed ore di ritardo.

Nel mio viaggio di ritorno ho impiegato ben 16 ore proprio a causa delle proteste da parte di alcuni cittadini dei villaggi limitrofi, che hanno impedito il transito per ben 4 ore. La gente vive lungo i bordi delle strade, passa intere giornate ad osservare il traffico, magari con occhi sbalorditi al passaggio di uno straniero.

Come prenotare il vostro itinerario di viaggio in Pakistan

Non è del tutto scontato organizzare un viaggio in Pakistan: nella sezione servizi compilate il modulo che trovate allegato, specificando tutte le caratteristiche in modo da riuscire a pianificare e contattarvi per eventuali modifiche e personalizzazioni con un preventivo chiaro e completo.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 4

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento