Al momento stai visualizzando Cosa vedere a Shiraz in 4 giorni fai da te

Cosa vedere a Shiraz in 4 giorni fai da te

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Asia
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

Visitare Shiraz zaino in spalla

Nel mio viaggio zaino in spalla in Iran ho raggiunto Shiraz da Yazd, dopo aver toccato varie città iraniane, lasciando per ultima la perla della cultura persiana. Nonostante sia la principale meta turistica dell’Iran, conserva ancora la tradizione e lo spirito dell’antica Persia. I suoi colori, i suoi profumi si integrano perfettamente con lo spirito islamico e diventano un tutt’uno in luoghi speciali come i bazar, dove la gente si riunisce e trascorre la maggior parte del tempo.

Prima di iniziare il vostro tour della città, prenotate questo free tour di Shiraz in modo da familiarizzare con uno dei luoghi più affascinanti dell’Iran.

10 cose da fare e vedere a Shiraz

  • Masjed-e Nasir-al-Molk (Pink Mosque);
  • Naranjestan (Casa Qavam);
  • Bazar-e Vakil;
  • Masjed-e Vakil;
  • Aramgah-e Hafez (Mausoleo Hafez);
  • Jahan Nama Garden;
  • Aramgah-e Shah-e Cheragh;
  • Bagh-e Eram (giardino Eram);
  • Shah Cheragh (moschea dei 1000 specchi);
  • Cittadella di Karim Khan.
Nel giardino della casa Qavam a Shiraz - Blog di viaggi

Shiraz è una località importante dal punto di vista turistico, con numerose attrazioni da vedere, sia all’interno della città che nei suoi dintorni. Visitare Shiraz zaino in spalla richiede una buona resistenza fisica, soprattutto alle alte temperature che in queste zone sono elevatissime causate dalla vicinanza del deserto. La moschea rosa, o la Pink Mosque (Masjed-e Nasir-al-Molk) sarà il vostro punto di partenza per due motivi principali:

  • il primo motivo è per evitare l’affollamento nell’attrazione turistica più importante di Shiraz; si consiglia di raggiungere la Moschea nelle prime ore del mattino in modo da anticipare di gran lunga i gruppi turistici che si riverseranno in massa all’interno di essa;
  • la seconda è prettamente fotografica, in quanto le prime ore del mattino consentono di ammirare a pieno il passaggio dei raggi solari attraverso i vetri colorati della moschea, creando un gioco di luce straordinario.
La moschea rosa a Shiraz con i rilessi di luce dagli specchi - Blog di viaggi
I colori della Pink Mosque a Shiraz in Iran - Blog di viaggi
Vedere i riflessi della Pink Mosque a Shiraz - Blog di viaggi

A due passi dalla moschea rosa si trova la casa Qavam o Naranjestan, una delle classiche abitazioni della trazione iraniana. Mosaici, vetri colorati, dipinti sui soffitti sono elementi che contraddistinguono le famiglie di classe superiore; completa la proprietà un lungo giardino che lo si attraversa nella sua totalità prima di entrare nel palazzo. E’ sicuramente uno degli esempi di architettura iraniana di maggior successo. Uno dei posti più sensazionali di Shiraz che maggiormente colpisce l’occhio umano è la moschea dei 1000 specchi (Shah Cheragh), luogo di pellegrinaggio per migliaia di fedeli musulmani. Una spianata che ricorda per certi versi quella di Gerusalemme, ricca di mosaici e piastrelle. Ma il vero tesoro si trova all’interno, sotto la cupola dove è collocata la tomba dei fratelli Ahmad e Muhammad: è in questo ambiente che migliaia di pezzi di vetro sono stati uniti a formare un mosaico che emana una luce magica. L’ingresso è gratuito così come la guida all’interno del complesso, con controlli rigidi e regole per le donne.

All'interno del Mausoleo Shah Cheragh a Shiraz - Blog di viaggi
Fabio Sansone in Iran - Blog di viaggi

Dove mangiare a Shiraz?

Il miglior posto dove assaggiare lo streed food iraniano sono i bazar; nel Bazar Vakil si svolge la vera vita quotidiana, si incontra gente, si scambiano due parole, si acquistano le migliori spezie e ci si protegge dal caldo secco. Un luogo comune come gli altri dove si assistono ad incontri familiari, dove il caos regna sovrano. I bazar sono un mix di sapori, odori e canti iraniani. Acquistate frutta fresca e secca per i vostri spuntini durante le vostre visite ai luoghi più belli di Shiraz.

Il profumo delle spezie nel Bazar Vakil a Shiraz - blog di viaggi
Artigiani nel Bazar Vakil a Shiraz - Blog di viaggi

Escursioni nei dintorni di Shiraz

Raggiungere Persepoli da Shiraz è una delle escursioni più richieste in un viaggio in Iran. Come non visitare il famoso sito archeologico distante poco meno di un’ora dalla città!? E poi c’è Pasargade, con la tomba di Ciro il Grande nel bel mezzo del deserto iraniano, fondatore della dinastia Achemenide. Spesso gli ostelli organizzano tour con mezzi pubblici a prezzi modesti, ma non sarà per niente difficile raggiungerlo in autonomia. Un giornata intera immersi totalmente nella storia dell’antica Persia, un viaggio nell’aldilà dove solo la visita vale l’intero viaggio in Iran. Per gli appassionati e non di archeologia, visitare Persepoli dovrebbe rientrare di diritto tra le prime cose da vedere in un viaggio in Iran. All’ingresso nel centro visite è strettamente consigliabile una guida per almeno un paio d’ore, altrimenti sarà inutile gironzolare tra un reperto e l’altro senza alcuna conoscenza.

Visitare la tomba di Ciro il Grande nel villaggio di Pasargade in Iran - Blog di viaggi
Il sito archeologico di Persepoli nei dintorni di Shiraz - Blog di viaggi

Altre escursioni nei dintorni di Shiraz riguardano la visita del lago Maharloo o Pink Lake a circa 25 km a sud dalla città ed il villaggio di Ghalat a nord:

  • il lago è completamente ricoperto di sale che, durante alcuni mesi dell’anno diventa di uno spettacolare color rosa, quasi a rievocare la moschea Nasir-al-Molk; purtroppo durante la stagione estiva rimane da vedere ben poco a causa della carenza di piogge;
  • Ghalat è piccolo villaggio a nord di Shiraz dove poter ammirare dal vivo la vita tradizionale al di fuori delle città; è qui che si conosce il vero spirito di una cultura, le tradizioni ma soprattutto le usanze.
Le porte del villaggio di Ghalat in Iran - Blog di viaggi
Il lago di sale rosa Maharlu vicino Shiraz - blog di viaggi

Dove dormire a Shiraz

Gli ostelli a Shiraz, come del resto in tutto l’Iran sono sistemazioni della tradizione, ricavati all’interno di palazzi costruiti con sistemi costruttivi ecosostenibili (paglia ed argilla). Le corti centrali sono veri e propri punti di socializzazione dove si mangia, si gioca, si beve del tè accompagnato dall’ottima shisha aromatizzata. Le camere invece sono arredate con variopinti tappeti persiani, coperte e vetri colorati ed oggettistica tradizionale persiana. Sono economici e consentono di conoscere al meglio la loro cultura, confrontandosi con viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo. Ho soggiornato nel coloratissimo BBhostel con atmosfera familiare e cordiale da parte di tutto lo staff. Per prenotare un ostello in Iran sarà sufficiente inviare una email alla struttura in quanto il sistema di prenotazione “booking” non funziona nel Paese a causa delle restrizioni imposte dal governo.

Raggiungere Teheran da Shiraz

E’ possibile raggiungere Teheran da Shiraz con molteplici soluzioni:

  • In aereo, con voli domestici utilizzando la compagnia aerea iraniana Mahan Air; ho utilizzato questo sistema di trasporto per chiudere ad anello il mio viaggio in Iran;
  • In autobus mediante i Vip Bus notturni, economici ma con tempi abbastanza lunghi;
  • driver privati, economicamente non vantaggiosi per viaggiatori solitari, ma in gruppo risulterebbe una valida alternativa.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento