Al momento stai visualizzando Visitare Gerusalemme in due giorni

Visitare Gerusalemme in due giorni

Itinerario nella Città Santa in Israele

Un viaggio nella città Santa più importante al Mondo in uno dei territori più contesi di tutto il globo terrestre: voglio raccontarvi della mia esperienza durante il viaggio zaino in spalla tra Giordania ed Israele utilizzando esclusivamente mezzi pubblici, mangiando cibo locale e dormendo in ostelli per confrontarsi con altri viaggiatori ed avere un contatto diretto con la gente del posto, un modo di viaggiare sostenibile in Israele. Gerusalemme attira dentro di se pellegrini da ogni angolo del Mondo, gente di qualsiasi età, cultura ed orientamento politico. Organizzare un viaggio in Israele è qualcosa di surreale e farlo in autonomia aumenta stimoli e voglia di viaggiare.

Scene di vita quotidiana nella città vecchia di Gerusalemme - blog di viaggi

Sono diverse le possibilità per raggiungere Gerusalemme fai da te con viaggi itineranti. Ecco alcune delle possibili soluzioni per una tipologia di viaggiatore che vuole oltrepassare ogni confine:

  • dalla Giordania con volo su Amman oltrepassando il confine di Allenby Bridge (che spiego in questo articolo su come muoversi);
  • dalla Giordania oltrepassando il confine a sud tra Aqaba ed Elat (molto più semplice e tranquillo del precedente);
  • con volo su Tel Aviv.

La Città Vecchia di Gerusalemme

Il cuore pulsante di questa città si trova all’interno delle vecchie mura cinquecentesche di Solimano il Magnifico; la vita quotidiana scorre in maniera frenetica, a volte insopportabile per un viaggiatore abituato ai ritmi lenti dei borghi italiani: ma il caos che si genera per le stradine della Città Vecchia di Gerusalemme fa capire il bisogno che la gente ha per guadagnarsi da vivere portando a casa pane ed acqua. Non è soltanto una collina od una roccia che fanno di Gerusalemme il luogo di conquiste, ma è ciò che si nasconde all’interno della vera anima di questa città:

Gerusalemme è come una vedova nera che divora i suoi amanti mentre ancora sono dietro di lei.

Scorci nelle strade dei quartieri di Gerusalemme - blog di viaggi
Il mercato nel quartiere musulmano a Gerusalemme - blog di viaggi

La Città Vecchia di Gerusalemme è suddivisa in quattro quartieri, circa novecento metri quadrati di superficie calpestabile dove vivono non più di quarantamila persone. L’accesso è garantito da ben otto porte d’ingresso tra le quali la più importante e famosa è la Porta di Damasco che separa il quartiere musulmano dal quartiere cristiano. Gli altri due che compongono il puzzle dentro le mura sono quello armeno e quello ebraico. Ma andiamo con ordine e facciamo chiarezza su cosa vedere nei quartieri di Gerusalemme in modo da avere un’idea generale utilizzando questo tour privato della città Santa!

Panificio nel cuore della città vecchia di Gerusalemme - blog di viaggi
venditori ambulanti nei quartieri di Gerusalemme - blog di viaggi

Con due giorni pieni a Gerusalemme organizzate il vostro itinerario dedicando un’intera giornata alla città vecchia immergendovi a pieno nella vita all’interno delle mura; il secondo giorno invece, suddividetelo con escursioni nei dintorni di Gerusalemme come specificato nell’ultimo paragrafo. Per comodità e budget scegliete una sistemazione a ridosso di essa e vicina all’autostazione di Damasco Gate per spostamenti rapidi ed efficaci.

Utilizzate questa escursione completa di Gerusalemme che vi terrà occupati per l’intera giornata!

Cosa vedere nel quartiere Ebraico a Gerusalemme

Dal quartiere Musulmano si accede al quartiere Ebraico, imperdibile in un viaggio in Israele. Sono qui che sorgono le due attrazioni più imporranti dell’intero Paese: la Spianata delle Moschee ed il Muro del Pianto. I controlli sono serratissimi anche per passare da un confine (immaginario) all’altro, quindi preparatevi una miriade di metal detector e lunghe file nei periodi di grande affluenza. Il consiglio è di entrare nella spianata al mattino presto (controllando gli orari stabiliti) evitando la massa turistica dei gruppi di fedeli. Ecco cosa visitare le quartiere Ebraico di Gerusalemme:

  • Il Muro del Pianto;
  • Spianata delle Moschee;
  • Cupola della Roccia;
Ammirare le preghiere al muro del Pianto a Gerusalemme - blog di viaggi

Cosa vedere nel quartiere Cristiano a Gerusalemme

Entrando nella Città Vecchia di Gerusalemme dalla Porta di Damasco è il primo quartiere che si incontra sulla destra, accessibile direttamente anche dalla Porta Nuova o dalla Porta di Jaffra: all’interno troviamo strade pulite ed ordinate, una situazione opposta rispetto ai quartieri più trasandati e vissuti di Gerusalemme. Si sviluppa principalmente attorno all’unica attrazione di rilievo, il Santo Sepolcro. Ecco cosa non perdersi nel quartiere cristiano:

  • Mercato Muristan;
  • Chiesa Luterana del Redentore;
  • Chiesa Etiope Ortodossa;
  • La Basilica del Santo Sepolcro;
  • Porta dei Leoni o Porta Nuova.
Passeggiare nella città vecchia di Gerusalemme - blog di viaggi

Cosa vedere nel quartiere Musulmano a Gerusalemme

E’ il quartiere più grande in termini di estensione con la maggioranza della popolazione che si concentra all’interno di questi confini immaginari: la vita quotidiana è frenetica, molto caotica e scorre veloce tra carretti di frutta, botteghe di carne e forni che emanano profumi inebrianti di pane appena sfornato. Le strade sono sporche ed i controlli più serrati a testimonianza della vicinanza ai siti di particolare interesse come la Spianata delle Moschee. Non perdetevi queste attrazioni nel quartiere musulmano:

  • Moschea di al-Mawlawiya;
  • Chiesa di Sant’Anna;
  • Via Dolorosa;
Dolci tipici israeliani per le strade di Gerusalemme - blog di viaggi

Cosa vedere nel quartiere Armeno a Gerusalemme

Piccolo quartiere di Gerusalemme poco visitato in quanto la maggior parte dei viaggiatori si concentrano sui restanti tre dedicando davvero poco tempo a quello armeno. Si accede in maniera diretta da Sud, dalla Porta Sion. Sono poche le attrazioni da visitare nel quartiere armeno e prive di interesse:

  • Cattedrale di San Giovanni;
  • Chiesa di San Marco.

Cosa vedere nei dintorni di Gerusalemme

Dopo aver esplorato a fondo ogni centimetro ed angolo della Città Vecchia di Gerusalemme è ora di lasciare le antiche mura per dirigersi nella zona alta ammirando questa splendida città in una visuale d’altri tempi sulla spianata delle Moschee. Effettuate subito una breve escursione sul Monte degli Ulivi con partenza dall’autostazione Damascus Gate antistante la porta d’ingresso alle mura. Gli autobus da prendere per raggiungere la collina in autonomia sono il 255 o 275.

Nei link sottostanti potete prenotare alcune delle imperdibili escursioni con partenza da Gerusalemme:

Il cimitero ebraico sul Monte degli Ulivi con vista sulla spianata di Gerusalemme - blog di viaggi

I mercati nel mondo arabo sono dei luoghi di indiscutibile bellezza dove profumi e colori si mescolano per dar vita alla vera anima di questa città. Il mercato Mahane Yehuda è un suk che si trova non molto distante dalle mura, vicino Jaffra street. E’ un luogo affascinante frequentato per la maggior parte da persone locali, ma anche i turisti amano immergersi nelle culture del posto, nei luoghi di ritrovo che quotidianamente prendono d’assalto per la vasta gamma di assortimento. Riepilogando le attrazioni da vedere nei dintorni di Gerusalemme muovendosi a piedi e con i mezzi pubblici:

  • Monte degli Ulivi;
  • tomba di Davide;
  • cimitero e tomba di Schindler’s List;
  • mercato Mahane Yehuda.
Visitare la Tomba di Oscar Schindler a Gerusalemme - blog di viaggi

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Questo articolo ha 2 commenti

  1. Loris

    Buongiorno,
    sto per partire per Israele per un viaggio zaino in spalla. Lo zaino non è molto grande, circa 40L. Mi è sorto però un dubbio: ci sono problemi ad entrare in determinati luoghi (come ad esempio chiese e moschee) con uno zaino di tali dimensioni? È necessario lasciare lo zaino all’esterno?
    Grazie per la disponibilità

    1. Fabio Sansone

      ciao, essendo Israele potrebbero farti lasciare lo zaino fuori o al massimo controlli più accurati con metal detector o scanner.
      Sono appena rientrato da Istanbul e nelle moschee non mi hanno mai detto nulla sullo zaino delle stesse dimensioni.
      Qualsiasi altro dubbio sono qui.
      Fabio

Lascia un commento