Al momento stai visualizzando Itinerario di viaggio tra Israele e Palestina

Itinerario di viaggio tra Israele e Palestina

Viaggiare zaino in spalla da Elat a Gerusalemme

Si può viaggiare in Israele a prescindere dai luoghi che ne fanno di esso una delle mete più spirituali e religiose al Mondo. Il viaggio tra Israele e Palestina è stato una scommessa vinta ed un obiettivo raggiunto riuscendo ad organizzare un itinerario ad anello tutto in autonomia con partenza e rientro da Amman in Giordania, un viaggio ricco di avventure e momenti indimenticabili da raccontare anche attraverso sensazioni ed esperienze personali che difficilmente verranno dimenticate.

Visitare il muro del pianto a Gerusalemme - blog di viaggi
Passeggiare nella città vecchia di Gerusalemme - blog di viaggi

Raggiungere la Capitale dell’Israele è l’obiettivo di tutti i viaggiatori che oltrepassano in confine terrestre di Aqaba-Elat: dal sud dell’Israele fino a Gerusalemme è un percorso a tappe molto interessante avendo la possibilità di fermarsi in più località utilizzando esclusivamente i mezzi pubblici. Il panorama è completamente desertico fino al mar Morto dove si iniziano ad intravedere strutture turistiche esclusivamente affacciate sulle acque salate del Dead Sea. La strada che normalmente percorre l’autobus è la numero 90 che costeggia tutto il confine con la Giordania, entrando in Cisgirodania per poi finalmente fare il suo trionfale ingresso nella città di Gerusalemme. Dal finestrino sono ben evidenti i segni causati a questo popolo che da anni continuano a martoriare senza tregua.

Viaggio a Betlemme con un'escursione in giornata da Gerusalemme - blog di viaggi

Come muoversi in Israele e Palestina

Utilizzare i mezzi pubblici in Israele è semplicissimo ed economico; è l’unico sistema di trasporto pubblico presente nel Paese utilizzabile con alcune restrizioni dovute ai passaggi nei territori Palestinesi. I controlli sono serratissimi ogni qualvolta si attraversano i confini con la West Bank: noterete spesso dei cartelli stradali di colore rosso con scritto: “This Road leads to area A Under the Palestinian Authority the Entrance for Israeli Citizen is Forbidden, Dangerous to Your Lives and is Against The Israeli Law”. A bordo degli autobus la polizia controlla tutti i passeggeri, facendoli scendere a terra e chiedendogli il motivo del viaggio (a me ed altri viaggiatori si limitarono a guardare soltanto la copertina del passaporto).

Quale autobus prendere per raggiungere Gerusalemme da Elat? Il giorno che precede la vostra partenza spendete cinque minuti del vostro tempo per acquistare il ticket per l’autobus presso Eilat Central Bus Station, in periodi di alta affluenza sono numerosi i viaggiatori che si recano nella città sacra. L’automezzo da prendere è di colore verde del tipo quelli urbani ma a lunga percorrenza.

Guida su cosa vedere in Israele

Ecco il mio itinerario di quali città vedere in Israele in 5 giorni:

  • Elat;
  • Masada;
  • Gerusalemme;
  • Betlemme.

Elat è un piccolo centro di interscambio dotato di aeroporto e collegato con alcuni scali italiani: è una cittadina che si affaccia sul Golfo di Aqaba confinante con Egitto e Giordania utilizzata dai viaggiatori zaino in spalla come scalo rapido, da un paio d’ore al massimo di una notte, per ripartire verso Gerusalemme o Tel Aviv. Per gli appassionati di snorkeling è il posto ideale per praticare questa attività: i fondali del golfo sono irresistibili come i suoi lussuosi alberghi con architetture moderne e slanciate.

La spiaggia di Elat in Israele - blog di viaggi
I lussuosi alberghi ad Eilat in Israele - blog di viaggi

Qualche chilometro a nord di Elat si estende la località di Masada a ridosso del mar Morto: questa zona è di passaggio per raggiungere la capitale d’Israele ma è dotata di importanti strutture ricettive per la maggioranza termali. Dove dormire a Masada? Ho utilizzato Ein Gedi Campe Lodge con moduli tendati con vista mar Marto; in loco sono presenti anche piazzole per montare la propria tenda in autonomia: un’ostello nel ben mezzo del nulla a pochi passi dalla fermata autobus verso Gerusalemme. Dalla struttura è possibile raggiungere in pochi minuti la spiaggia e provare a galleggiare nelle acque del Mar Morto.

Il sale del Mar Morto a Masada in Israele - blog di viaggi
Il panorama sul Mar Morto visto dall'Ein Gedi Camp Lodge a Masada - blog di viaggi

Da Masada a Gerusalemme, sempre con l’autobus locale di colore verde, è una scoperta continua; si attraversano i territori Palestinesi all’interno dei quali si entra solo varcando dei posti di blocco con rete e filo spinato: l’atmosfera è surreale con polizia, di maggioranza femminile, a bordo e con i mitra sempre in mano. L’arrivo all’autostazione Gerusalemme è trionfale, quasi una liberazione. Finalmente i vostri piedi toccheranno la città più sacra e più contesa al Mondo. Ecco gli orari

Il panorama dal cimitero del Monte degli Ulivi a Gerusalemme - blog di viaggi
Orari degli autobus da Masada a Gerusalemme - blog di viaggi

Da Gerusalemme è possibile visitare in totale autonomia e con i mezzi pubblici Betlemme con un’escursione in giornata. Gli autobus fanno parte della compagnia Egged con servizio fino alle ore 23.00 in partenza dalla Porta di Damasco. Orientativamente il numero di autobus da prendere è il 231 ma non ci sono orari fissi. Sono soltanto 10 i km che dividono questa due città ma a causa dell’intenso traffico e dei controlli ci sì può impiegare anche un’ora. Ricordatevi di portare sempre il passaporto con voi!

Lungo il muro che divide Israele dalla CisGiordania - blog di viaggi

Consigli sostenibili per un viaggio in Israele

Le due ruote sono sicuramente il modo migliore e sostenibile per visitare un Paese così piccolo come Israele: per i veri appassionati esiste il Tour de Israel. La bicicletta offre la possibilità di esplorare nei tempi giusti una nazione che da nord a sud un’automobile impiegherebbe pochissime ore. Il profumo dell’asfalto, lo sguardo ed il saluto dei passanti, lo scorrere lento di panorami sono tutte sensazioni apprezzabili a bordo della propria bici. Negli ultimi anni in Israele si è sviluppato il turismo ciclistico con percorsi segnalati in tutto il Paese dal confine con il Libano ad Eilat.

Mangiare sostenibile a Gerusalemme - blog di viaggi

Quando andare in Israele?

L’Israele ha una superficie leggermente inferiore a quella della Lombardia ed ha un clima variabile a seconda delle zone: lungo la costa è mediterraneo con estati lunghe, calde e secche, mentre gli inverni corti ed abbastanza piovosi; cosi facendo il miglior periodo per visitare l’Israele restano le mezze stagioni o le stagioni intermedie (autunno e primavera). Gode inoltre di un’ottima esposizione solare, rendendo il Paese uno dei primi al Mondo per produzione di energia solare, un fattore imprescindibile nell’ottima della sostenibilità ambientale.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento