Al momento stai visualizzando Itinerario di viaggio in Giordania fai da te

Itinerario di viaggio in Giordania fai da te

Consigli su cosa fare zaino in spalla in Giordania

Una settimana in Giordania è il giusto compromesso per cercare di conoscere un popolo con tradizioni e culture differenti dalle nostre. Senza entrare in merito a questioni storico-politiche voglio raccontarvi del mio Viaggio zaino in spalla in Giordania fatto di contatti con la gente del posto, spostamenti con mezzi pubblici, cibo locale e strutture collettive per la notte: tutti piccoli accorgimenti per viaggiare sostenibile in qualsiasi parte del Mondo.

Organizzare un viaggio in Giordania, oltrepassando in confini israeliani e poi rientrare ad Amman richiede molta pazienza ed un attento studio su come raggiungere un determinato luogo e quali documenti sono sufficienti o obbligatori, meglio spiegati nei consigli nell’ultimo paragrafo. E’ proprio la documentazione l’ostacolo più grande da superare, soprattutto dal lato israeliano verso quello giordano.

Lo scorcio del tesoro di Petra visto dal Siq - blog di viaggi
Il monastero di Petra in Giordania - blog di viaggi

Cosa vedere in Giordania: itinerario di 6 giorni

Il mio itinerario zaino in spalla Giordania è partito dalla città di Amman alla volta di Petra attraversando tutta la strada dei Re e visitando lungo il percorso Madaba, il Monte Nebo, Wadi Mujib, il villaggio di Dana ed i castelli di Karak e Shobak terminando la corsa in Petra. Dopo aver passato la notte nel deserto del Wadi Rum ho concluso il tour in Giordania ad Aqaba, prima di oltrepassare il confine con l’Israele verso Elat. Ecco un riepilogo dell’itinerario e quali città ed attrazioni da visitare in Giordania:

  • Amman: il primo giorno nella capitale è soltanto un rapido scalo, il tempo di recuperare lo zaino e ripartire verso il sud della Giordania, sulla Strada dei Re: il percorso è intenso ed affascinante, tocca tutti i punti di maggiore interesse storico ed artistico. Questa strada era una vecchia mulattiera che veniva utilizzata per il traffico commerciale con l’Egitto, oggi è praticamente un lungo serpentone di colore nero che contrasta e spezza in due l’enorme deserto. Le tappe imperdibili sulla Strada dei Re sono: Madaba, il Monte Nebo, Wadi Mujib, il villaggio di Dana ed i castelli di Karak e Shobak; per godersi a pieno il viaggio consiglio di noleggiare una macchina oppure dei taxi collettivi o privati in partenza dall’aeroporto. I mezzi pubblici non sono affidabili e non raggiungono espressamente tutte queste località;
La città di Amman vista dall'alto - blog di viaggi
Madaba in Giordania con vista Israele - blog di viaggi
  • Petra: La Strada dei Re conclude il suo percorso nella località più famosa di tutta la Giordania. Se avete i giorni contati, dopo la lunga traversata godetevi lo spettacolo di Petra By Night cercando di far coincidere i giorni di apertura notturna (lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 20); il prezzo del ticket non è incluso nel Jordan pass e va acquistato separatamente al centro visite: prezzo 17 JD. Il giorno successivo va dedicato interamente alla visita sito archeologico di Petra immergendosi nella sua storia con una lunga passeggiata fino al Monastero Al Deir; scopri il mio itinerario su cosa vedere e fare a Petra;
Il sito archeologico di Petra illuminato - blog di viaggi
  • Wadi Rum: decidete di trascorrere almeno una notte in questo incredibile deserto di terra rossa nel quale hanno girato film di valenza mondiale, dormendo nelle tende sotto un cielo stellato, mangiare e bere del tè nel bel mezzo delle dune, osservare uno dei tramonti più belli al mondo ed interagire con i beduini con usanze e tradizioni; dormire in tenda nel deserto del Wadi Rum è una delle esperienze più interessanti da fare in un viaggio sostenibile in Giordania;
Dormire in tenda nel deserto del Wadi Rum in Giordania - blog di viaggi
Bere il tè nel deserto del Wadi Rum in Giordania - blog di viaggi
  • Aqaba: dopo un giorno ed una notte nel deserto, prima di oltrepassare il confine terrestre per entrare in Israele l’ultimo avamposto è la città di Aqaba. E’ una località assolutamente turistica che si affaccia sul golfo omonimo: la curiosità che ad Aqaba alcuni negozi vendono esclusivamente alcolici, cosa che in Giordania è praticamente vietato. Questa città è anche un grande scalo commerciale per gli Stati confinanti.
Lo sguardo dei bambini in Giordania - blog di viaggi

Cose utili da sapere per un viaggio in Giordania

Se state programmando il vostro primo viaggio in Giordania ed avete mille dubbi, dovreste sapere che vi state dirigendo in un Paese che negli anni passati ha subito attacchi terroristici, anche ai danni dei turisti. La sua collocazione geografica richiede la massima attenzione. Lasciate le vostre abitudini ed iniziate ad immergervi in un nuovo mondo. Nel mio viaggio zaino in spalla in Giordania ho conosciuto persone fantastiche e visitato luoghi incredibili: la maggior parte dei turisti che si recano in Giordania lo fanno per visitare i numerosi siti archeologici presenti sul territorio, primi su tutti Petra e Jerash. Ecco alcune informazioni utili prima di partire per la Giordania:

  • Moneta: La moneta attualmente in vigore in Giordania è Dinaro giordano (JOD) che vale orientativamente ad 1,20 euro. Procuratevi molti dinari da uno e da due, saranno la vostra salvezza in determinate circostanze;
  • Documenti: La documentazione necessaria per entrare in Giordania da turista è valida per un massimo di 30 giorni. Vige l’obbligatorietà del passaporto con una validità superiore ai 6 mesi dalla data di arrivo e del visto. Per restare sempre aggiornati consiglio di leggere attentamente eventuali novità solo su Viaggiare Sicuri soprattutto con le nuove norme anti-Covid in continuo aggiornamento.
  • Visto per la Giordania: in questo articolo su come organizzare un viaggio in Giordania ed Israele spiego le varie modalità per ottenere il visto per la Giordania.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento