Al momento stai visualizzando Viaggio in treno da Agra a Varanasi

Viaggio in treno da Agra a Varanasi

Zaino in spalla nella città sacra dell’India: Varanasi

Solo il viaggio in treno da Agra a Varanasi vale il prezzo dell’intero tour zaino in spalla in India: prima di pianificare il mio itinerario ero dell’idea di terminarlo proprio nell’incredibile Varanasi e dedicarci più giorni rispetto a tutte le altre città del Rajasthan visitate fino a quel momento. Varanasi è il culmine del viaggio in solitaria in India, e non potevo chiedere città migliore per salutare questo incredibile popolo.

A distanza di anni da quel giorno provo ancora i brividi nel ricordare e raccontare le storie e gli aneddoti, i mille particolari e le avventure capitatemi. Varanasi è la città sacra dell’India bagnata dal fiume Gange, va vissuta con i propri occhi e tutto ciò che vedete va rispettato così, originale ed autentico. Viaggiate liberi e lasciate andare i vostri pensieri come gli indiani purificano la loro anima in queste acque.

Varanasi è la città sacra dell'India - blog di viaggi

Come raggiungere Varanasi da Agra: viaggio in treno notturno

Ero già a conoscenza del treno notturno Agra-Varanasi, delle ore da trascorrere a bordo e dei ritardi che, in una tratta cosi lunga, potessero capitare. Il treno Marudhar Express parte dalla stazione di Agra Fort alle ore 20.25 con arrivo previsto alle 8:50 del mattino seguente. Il prezzo è di 1340 rupie (circa 15 euro) comprensivo di un letto e un set completo di lenzuola, coperta ed asciugamano. Nel mio viaggio da Agra a Varanasi incontro Mirco, un giovane ragazzo di Varese che a distanza di due anni scrive il libro della sua vita proprio sull’ avventura in treno dal Rajasthan al Tamil Nadu intitolato L’India in treno, che consiglio a tutti i viaggiatori con l’intento di viaggiare in India col treno da nord a sud.

Il treno notturno Marudhar che collega Agra con Varanasi - blog di viaggi
Viaggiare sui treni indiani - blog di viaggi

A bordo si riposa discretamente con il treno che va e scandisce i binari ad una velocità non troppo elevata: le interminabili 4 ore di ritardo e la voglia crescente di affrontare Varanasi a piedi e zaino in spalla viene finalmente esaudita alla vista dell’insegna Banares appena fuori i binari. Il tragitto da fare dalla stazione fino all’ingresso della città vecchia è in tuk tuk o con qualsiasi altro mezzo troverete appena fuori l’ampio parcheggio. I conducenti vi fermeranno un centinaio di metri prima dell’ingresso alla città sacra ma dopo alcuni passi si avvicineranno dei procacciatori col solo intento di accompagnarvi alle introvabili guest house nascoste nei sobborghi di Varanasi, proponendovi tour per molte rupie. Ovviamente non accettate e tirate dritto per la vostra strada.

Lavaggio degli abiti nel sacro Gange a Varanasi - blog di viaggi

Gli inconvenienti in India sono dietro l’angolo ed anche a Varanasi succede qualcosa: può capitare, come del resto in tutta l’India che la vostra prenotazione magicamente non risulti nella guest house perché qualcun altro l’ha pagata di più su un portale diverso. Con molta gentilezza mi accompagnano in una struttura poco distante allo stesso prezzo per 3 notti offrendomi la cena a base di riso e verdure e la colazione del giorno successivo. Il secondo inconveniente ve lo racconterò nel paragrafo successivo su cosa fare e cosa non fare sui Ghats di Varanasi.

Cosa fare e vedere a Varanasi in 3 giorni

A Varanasi c’è tanto da fare, da vedere e da osservare: dopo due settimane a zonzo per il Rajasthan il primo impatto con questa città sacra ha qualcosa di speciale che le altre non hanno. Lascia davvero il segno! L’odore delle spezie viene surclassato completamente dalla legna che arde ventiquattro ore al giorno, e dalla cenere che si adagia come neve al suol. Dopo aver capito come funziona la vera India riesci a muoverti come uno di loro, ascolti rumori che prima non riuscivi a comprendere e capisci tante cose di difficile interpretazione. Varanasi è il culmine di uno stupendo viaggio in India. Tre giorni non sono stati sufficienti per visitare Varanasi ma sono bastate poche ore per amarla e continuare a ricordarla con immenso piacere.

Fotografare i ghat di Varanasi -blog di viaggi

Partiamo dalle cose da non fare a Varanasi:

  • non fotografare il Manikarnika Ghat ed altri luoghi delle cremazioni se non a bordo delle barche con autorizzazione del barcaiolo; è qui il secondo inconveniente preso fortemente dalla curiosità e dall’impossibilità di uscire sul Gange a causa dello Strike (sciopero di una settimana). Dopo pochi istanti vengo accerchiato e minacciato da un gruppo di ragazzi, volevano che pagassi più di 5000 rupie da donare ad un ospedale oppure cancellare le foto. Ma non vi dirò come è andata a finire lasciandovi con un enorme dubbio. Una cosa è certa: non ho pagato nulla e non ho cancellato le uniche 3 foto scattate: Manikarnika è il Ghat più importante di Varanasi;
  • non accettare proposte dai procacciatori per guide e tour privati della città; saranno loro a cercarvi ma rifiutate categoricamente e tirate dritto senza dare alibi;
  • Non fotografare i bambini senza l’autorizzazione dei genitori: saranno loro stessi a chiedervi una foto (a me è successo senza rupie in cambio).
Nipote e nonna fotografate a Varanasi in India - blog di viaggi

Cosa fare a Varanasi? Una delle cose che avrei tanto voluto fare era proprio il tour in barca dei Ghats di Varanasi che purtroppo a causa dello sciopero dei barcaioli non ha consentito navigare nelle acque del sacro Gange. Con tre giorni a disposizione il consiglio è di svegliarvi ogni mattina all’alba per ammirare qualcosa di irripetibile nelle vostra vita. Se invece volete scoprire tutti i segreti della città più sacra dell’Induismo accompagnati da gente del posto utilizzate questo free tour di Varanasi.

In alternativa, ecco un elenco delle cose da vedere a Varanasi:

  • aspettare l’alba sulle sponde del fiume Gange comodamente seduti sui gradoni dei ghats;
Aspettare l'alba sui ghat a Varanasi - blog di viaggi
  • passeggiare lentamente tra i vari ghats ed osservare con tanta pazienza e rispetto la purificazione dei fedeli nel fiume Gange che raggiungono Varanasi esclusivamente per immergersi;
Culture e tradizioni sulle sponde del fiume Gange a Varanasi - blog di viaggi
  • assistere alla cremazione al Manikarnika Ghat: non abbiate paura di addentrarvi ed avvicinarvi il più possibile; nessuno vi dirà e farà nulla se restate unicamente a guardare; l’odore è forte e lo spettacolo è da brividi;
  • tour in barca sul fiume Gange al tramonto;
  • tour a piedi di tutti i principali Ghat ammirando scene di vita quotidiana difficilmente visibili in altri Paesi; c’è chi lava i panni nel Gange, chi si taglia barba e capelli purificando anima e corpo nelle acque del fiume, c’è chi fuma, chi aggiusta la propria imbarcazione e chi medita; c’è chi aspetta la cerimonia di cremazione del proprio caro defunto e chi aspetta di morire a Varanasi;
Tradizioni a Varanasi sul fiume Gange - blog di viaggi
  • assistere alla Cerimonia del Gangotri Seva Samiti nel Dasaswamedh Ghat: si tratta di un rituale induista dedicato al fiume Gange che viene svolto tutti i giorni alle ore 19. Un appuntamento da non perdere a Varanasi: dirigetevi nel ghat un’ora prima, accomodatevi sulle scalinate e rilassatevi insieme alla gente del posto con usanze e tradizioni locali;
La cerimonia del Gangotri Seva Samiti a Varanasi in India - blog di viaggi
  • fermarsi a parlare con un Sadhu; la maggior parte dei santoni sono seduti sui gradoni dei ghat in attesa che turisti e viaggiatori chiedano di scattare una foto (100 rupie); altri sono sempre lì, seduti ed intenti a fumarsi un pò di erba; provate a scambiare qualche frase in inglese.
  • vieni ad immortalare gli angoli più suggestivi della città con il tour fotografico di Varanasi (tutte le informazioni su orari e costi sul link).
Sadhu a Varanasi mentre lava il suo abito nel Gange - blog di viaggi

Da Varanasi a Delhi in aereo

Per il rientro a New Delhi ho utilizzato un volo interno della la compagnia AirIndia, l’ultimo disponibile della giornata, errore da non commettere in un periodo come dicembre-gennaio e febbraio a causa della nebbia: l’effetto Fog in India in questi mesi è davvero intenso con il rischio concreto di cancellazioni e ritardi: tutti i voli precedenti della Jet Airways cancellati e l’incubo del rientro in Italia del giorno successivo. I voli interni indiani sono davvero economici, il servizio a bordo è buono con un pasto anche per le tratte di un’ora. AirIndia è affidabile sotto tutti i punti di vista.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 4.8 / 5. Voti totali: 9

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento