Al momento stai visualizzando Cosa vedere a New Delhi in tre giorni

Cosa vedere a New Delhi in tre giorni

Come raggiungere New Delhi dall’aeroporto

La prima tappa del mio viaggio zaino in spalla in India è stata la capitale New Delhi. Dall’Aeroporto “Indira Gandhi”, che dista una ventina di minuti di treno, è molto facile e veloce raggiungere la zona vecchia della città (Old Delhi). L’unico mezzo di trasporto pulito e moderno è proprio il metrò: una singola corsa costa 100 rupie utilizzando un token di plastica come gettone. Verrete catapultati in una realtà totalmente diversa dalla nostra. Il primo impatto sarà un caos assurdo; serviranno minuti per realizzare la vostra posizione, ma non preoccupatevi se verrete accerchiati da gruppi di persone che vorranno accaparrarsi una corsa. Sta di fatto che la prima esperienza da fare in India è provare uno dei tanti ed incredibili mezzi di trasporto indiani: risciò a pedali o un rickshaws.

I mezzi di trasporto in India, Tuk Tuk Indiani - blog di viaggi

Cosa fare e cosa vedere nella Old Delhi

C’è chi sosta il giusto il necessario non considerandola una tappa importante del proprio viaggio zaino in spalla in India, c’è chi invece la usa come scalo per una sola notte: credo che la capitale indiana sia sottovaluta: è vero, è abbastanza caotica, una delle città più incredibili che abbia mai visto, ma è un punto di partenza per iniziare a capire cosa vuol dire India, scoprendo un mondo totalmente diverso ed inimmaginabile. Ho trascorso tre giorni nella capitale, senza contare l’ultimo del mio viaggio prima del rientro in Italia.

Itinerario di 3 giorni a Delhi zaino in spalla

Primo giorno a Delhi:

  • dedicate qualche ora all’esplorazione del vostro quartiere per prendere confidenza con la gente del posto; cambiate i soldi e procuratevi una scheda telefonica (ci vorrà più di mezza giornata per attivarla);
  • una corsa in risciò a pedali nella vecchia Delhi (accordatevi sempre prima di salire per il prezzo) per avere un’esperienza unica ed autentica per le strade più trafficate del mondo, attraversando stretti vicoli ed osservare tutto da una prospettiva diversa;
  • assaporare qualcosa di tipico, come ad esempio il “thali” composto da riso in bianco saltato con verdure; consiglio vivamente di iniziare da questo pasto per i primi giorni in modo da stabilizzare il vostro stomaco;
  • Il forte rosso, chiamato anche Lal Qila: un complesso in pietra arenaria rossa dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.
venditori ambulanti nel Rajasthan in India - blog di viaggi

Secondo giorno a Delhi:

  • Recuperate le forze dal vostro lungo viaggio in aereo, la giornata potrebbe iniziare visitando il Memoriale di Indira Gandhi;
  • Sperando che il vostro secondo giorno non sia un venerdì, dirigetevi verso la Jama Masjid, la moschea più grande dell’India: può contenere ben 25000 unità;
  • un altro luogo imperdibile nell’antica Delhi è il Chandni Chowk: zona commerciale affollatissima di gente, bancarelle con spezie, frutta secca e tuk tuk che sfrecciano da destra a sinistra. Adoro immergermi nel frastuono dei clacson, nel rumore assordate della gente per vivere come uno di loro;
  • uno dei templi più importanti dell’India è il Gurudwara Bangla Sahib; qui le persone vengono per pregare e mangiare gratuitamente. All’interno i fedeli si siedono tutti insieme per ascoltare canti religiosi, all’esterno invece una grande vasca d’acqua viene utilizzata per purificarsi, immergendosi o bagnando la testa.
il Gurudwara Bangla Sahib nella vecchia Delhi - Blog di viaggi

Terzo giorno a Delhi:

  • India Gate è il monumento commemorativo ai caduti durante la prima guerra mondiale;
  • La Tomba di Humayun, definita anche come il piccolo Taj Mahal di Delhi;
  • Il tempio del Loto o Lotus temple;
  • Il minareto più alto del mondo si trova proprio a New Delhi Qutb Minar.
La tomba di Humayun nel piccolo Taj Mahal - Blog di viaggi

Dove dormire a Delhi

I migliori quartieri per visitare la città sono sicuramente Paharganj, Karol Bagh e Connaught Place. Ho prenotato tramite Booking ad un prezzo davvero molto economico. C’è da precisare una cosa: non aspettatevi i standard italiani, anzi siate pronti a qualsiasi sorpresa. Leggete bene i commenti ma non guardate le foto, spesso ingannano e non sono veritiere. Portatevi la carta igienica e molti fazzoletti. La zona di Paharganj è molto vicina alla stazione dei treni, comoda sia per chi arriva dall’aeroporto sia per chi è in partenza per altre città. La miglior posizione qualità-prezzo.Ho soggiornato nel quartiere Paharganj a ridosso della stazione, posizione strategica per metrò e treno. E’ una zona davvero interessante, detta anche Kinari Bazar, piena di vicoletti dove gli indiani si riuniscono per bere il loro “chai” quotidiano.

I bambini indiani nel Rajasthan - blog di viaggi

Ci sono tante altre cose importanti da visitare in questa cosmopolita città. Sarebbe stato interessante scoprire la vera anima indiana spostandosi nei dintorni di New Delhi, alla scoperta di villaggi più caratteristici, più veri. Viaggiare in solitaria in India permette un contatto unico con la gente del posto, un’esperienza di vita per viaggiatori zaino in spalla. Con poche ore a disposizione nella capitale indiana, percorrete in bici la storia della città con un tour alla scoperta della Old Delhi in maniera sostenibile.

Uomini indiani con il turbante in testa - blog di viaggi

La prima tappa del mio viaggio zaino in spalla in India è stata forte, ricca di emozioni e contraddizioni. Continuerò alla volta di Bikaner, spostandomi ancora più a nord, quasi ai confini col Pakistan a ridosso del deserto del Thar.

Escursioni nei dintorni di New Delhi

Da premettere che le distanze in India sono immense, lunghissime ed a volte anche strazianti. I mezzi di trasporto indiani sono sempre affollati e possono portare allo stremo un viaggiatore non abituato ai loro ritmi. Uno dei trasferimenti più richiesti è come raggiungere il Taj Mahal da New Delhi o semplicemente come raggiungere Agra da New Delhi: è possibile farlo in autobus, in treno, con driver privato oppure affidandosi a tour organizzati. L’esperienza sui treni indiani sono da provare, in quanto intere famiglie si spostano da una parte all’altra trasportando valigie su valigie.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 6

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento