Al momento stai visualizzando Budapest: itinerario a piedi di Pest

Budapest: itinerario a piedi di Pest

Viaggiare zaino in spalla a Budapest

Un viaggio a Budapest è completo se vengono dedicati almeno 2 giorni alla scoperta della parte est della città. Rispetto a Buda, Pest richiede qualche ora in più per visitare le migliori attrazioni che riserva il quartiere orientale del Danubio. Questo itinerario a piedi di Pest consentirà di attraversare tutta la zona nevralgica del centro, fino a raggiungere il Parco Szècheny utilizzando la storica metropolitana linea gialla. Il punto di partenza da cui iniziare è il Ponte della Libertà (quello di colore verde per intenderci) raggiungibile con il tram n.2 da qualsiasi punto.

Scopri tutte le attività da fare a Budapest e dintorni con numerose escursioni giornaliere, da prenotare direttamente on-line, comode, sicure e veloci!

Ponte della Liberta a Budapest visto dalla collina di Buda - blog di viaggi
Ponte della Libertà visto dalla collina di Buda.

15 cose da fare e vedere a Pest in due giorni

  1. Liberty Bridge;
  2. Nagy Vásárcsarnok market;
  3. Statue di Bud Spencer e dei Ragazzi della via Pal;
  4. Grande Sinagoga di Budapest;
  5. Szimpla Kert;
  6. Gozsdu Court
  7. Muro del ghetto ebraico;
  8. Basilica di Santo Stefano;
  9. Ponte delle Catene;
  10. Monumento delle scarpe;
  11. Citizens’ Holocaust Memorial;
  12. Parlamento di Budapest;
  13. Piazza degli eroi (Hősök tere);
  14. Parco Széchenyi (bagni termali);
  15. andare alla ricerca delle mini statue dell’artista Kolodko.

Primo giorno a Budapest

Il primo giorno, indipendentemente dall’orario di arrivo in città, dirigetevi verso il Ponte della Libertà fino a raggiungere il quartiere ebraico di Budapest, lasciandovi trasportare all’interno del fitto dedalo nel luogo più emblematico e significativo della storia ungherese. Dopo aver scattato qualche foto suggestiva sull’imponente ponte in ferro entrate nel vicino mercato per immergervi nella vita quotidiana degli ungheresi intenti con le loro abitudini. Il piano terra è stracolmo di bancarelle di ogni genere alimentare, dalla frutta alla verdura, carne e pesce; mentre al piano primo troviamo negozi di souvenir e ristorazione varia. E’ un luogo sì turistico ma immancabile in un tour a piedi di Budapest.

L'ingresso del mercato più grande di Budapest - blog di viaggi
Ingresso mercato Nagy Vásárcsarnok.
vendita della paprika nel mercato Nagy Vásárcsarnok di Budapest - blog di viaggi
Peperoncini rossi da cui si ricava la paprika.

Poco distante dal mercato, una breve passeggiata di 20 minuti vi consentirà di scoprire due incredibili statue: se non lo sapete ancora, Budapest è una città stracolma di installazioni, grandi e piccole, ed è facile imbattersi in una di queste: Bud Spencer è stato un icona mondiale, un personaggio amato da tutti ed ancora di più dagli ungheresi: la sua statua è vicinissima a quella dei ragazzi della via Pal.

statua dei ragazzi di via Pal a Budapest - blog di viaggi
I ragazzi della via Pal.

Concludete la prima giornata nello storico quartiere ebraico, nell’antico ghetto in cui gli ebrei furono rinchiusi e costretti a vivere in condizioni disumane sotto l’occupazione nazista nel 1944. Oggi, passeggiare qui è come fare un salto nel passato senza dimenticare le atrocità subite dal popolo ungherese: questo quartiere non solo è storia passata, ma anche quella moderna dove stradine e locali incarnano la Budapest vivace e cosmopolita. Non perdetevi la Grande Sinagoga dallo stile moresco ai pub in rovina dello Szimpla Kert, dai murales alle statue simbolo del quartiere.

Scorcio della grande Sinagoga di Budapest - blog di viaggi
Grande Sinagoga di Budapest.

Secondo giorno a Budapest

Il secondo giorno impegnatelo per visitare altri luoghi iconici e simboli dell’intera Ungheria: lungo il Danubio il monumento delle scarpe è sicuramente una delle attrazioni più ricercate di Budapest insieme al Ponte delle Catene ed al Parlamento: sono lì a pochi passi l’uno dall’altro comodamente visitabili a piedi e zaino in spalla. Lungo il viale che collega il Danubio con la Basilica di Santo Stefano incontrerete un’ennesima statua molto curiosa e simpatica: noterete subito il punto più toccato e fotografato di essa, ma lascerò a voi scoprire il perché attraverso la prima foto qui in basso…. Per terminare l’itinerario a piedi di Budapest utilizzate la storica metro gialla per raggiungere il Parco Szèchenyi, famoso per i bagni termali e la piazza degli eroi.

legenda della statua a Budapest con la pancia da toccare - blog di viaggi
Provate a toccare il pancione di questa statua….
Scorcio del parlamento di Budapest - blog di viaggi
Scorcio Parlamento di Budapest.

L’Ultima cosa da fare a Budapest, forse la più curiosa e simpatica in compagnia anche dei più piccini è la ricerca delle statue dell’artista ungherese Kolodko. Questo fottutissimo genio ha installato e continuerà ad installare mini opere d’arte sparse in tutta la città, in posti impensabili, difficilmente visibili all’occhio umano: buon divertimento!

trovare le mini statue dell'artista Kolodko a Budapest - blog di viaggi
Piccole statue dell’artista Kolodko.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 2.8 / 5. Voti totali: 4

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento