Al momento stai visualizzando Safi in Marocco, cosa vedere in un giorno

Safi in Marocco, cosa vedere in un giorno

La città della ceramica in Marocco

Safi, pronunciato Asfi, non è di certo una destinazione turistica ricercata per organizzare un viaggio in Marocco, ma proprio per questo motivo la rende così particolare ed autentica, un vero gioiello affacciato sull’Oceano Atlantico, il paese delle ceramiche, un luogo insolito da visitare in Marocco, meno pittoresca rispetto alle”rivali” località costiera ma con uno spaccato di vita quotidiana nettamente superiore ed interessante.

scorci nella medina di Safi in Marocco - blog di viaggi
Medina di Safi.

Proseguendo il mio viaggio in Marocco zaino in spalla verso sud, per raggiungere la piccola località di Safi da Casablanca è possibile prendere un autobus diretto, oppure in alternativa il treno della ONCF fino ad El Jadida (questa colonia portoghese è altrettanto simpatica da visitare) e poi un gran-taxi collettivo oppure con un servizio sostitutivo della Supratours con orari e prezzi consultabili sul sito ufficiale. Il viaggio scorre piacevolmente lungo l’autostrada per una durata di circa 4 ore, con unica fermata all’autostazione di El Jadida. Per imbarcare il bagaglio saranno necessari ulteriori 5 dirham al costo del biglietto di per se già molto economico. Viaggiare in Marocco con i mezzi di trasporto pubblici è davvero super cheap.

i gatti come elemento caratteristico nelle medine del Marocco - blog di viaggi
Gatti nella medina.
osservare il tramonto sulla medina di Safi in Marocco - blog di viaggi
Tramonto sulla medina.

Cosa vedere a Safi nel sud del Marocco

La medina di Safi (Asfi) è silenziosa: all’interno delle mura che la proteggono nessuno alza la voce, nessun brusio dei turisti, nessun venditore che prova venderti l’impossibile; si cammina a passo lento e scandito osservando tutti i dettagli (che non sono pochi). La maggior parte delle abitazioni sono colorate per i primi due metri di altezza di un azzurro-blu che ricorda la città di Chefchaouen;

Un po come in tutto il Marocco sono presenti tantissimi gatti abituati alle carezze dei passanti e molti degli abitanti ti degnano di un saluto ringraziandoti di aver fatto visita nella propria Terra. La gente è così accogliente e piacevole al stesso tempo; ti concede una chiacchiera senza mai dare l’impressione di essere di troppo.

scorci di vita quotidiana nella medina di Safi in Marocco - blog di viaggi
Scorci della medina.

Questa graziosa e piccola medina è facilmente visitabile a piedi; qui difficilmente incontrerete gruppi di turisti, ma viaggiatori in solitaria curiosi di esplorare uno dei più grandi impianti di produzione delle ceramiche in Marocco.

Da dove partiamo per esplorare Safi? Come ogni medina marocchina, anch’essa è il punto nevralgico da cui iniziare in totale autonomia:

  • medina di Safi e le sue mura medievali;
  • plage di Safi (a circa 30 minuti a piedi);
  • centro di produzione delle ceramiche sulle colline des Potiers;
  • le rovine del castello Qasr al-Bahr;
  • antica cattedrale portoghese;
  • Kechla.
la plage di Safi a pochi chilometri dalla medina - blog di viaggi
Plage di Safi.

Come visitare il centro di produzione delle ceramiche di Safi in autonomia

Non aspettatevi tour organizzati nella medina; probabilmente qualche procacciatore vi si avvicinerà proponendovi di accompagnarvi nel centro di produzione spacciandosi per un lavoratore: lo farà esclusivamente per farvi acquistare e ricavare la percentuale.

Per raggiungere la collina des Potiers utilizzate la Rue du Souq che divide in due la medina in direzione nord: oltrepassata la porta Bab Chaaba noterete numerosi forni di terra innalzarsi sulla davanti a voi; sarà facile trovare la via per iniziare al esplorare il sito. Si chiede sempre di riservare la massima cortesia ai lavoratori nei rispettivi ruoli.

lavoratore di ceramica nel centro di produzione di Safi in Marocco - blog di viaggi
Lavorazione della ceramica.
dettaglio della lavorazione della ceramica in Marocco a Safi - blog di viaggi
Dettaglio della lavorazione.
conci di ceramica per decorare i muri della medina - blog di viaggi
Conci ceramici di riciclo.

Curiosità su Safi: oltre ad avere parte dei muri dipinti di azzurro/blu per ovvi motivi, alcune zone sono state recuperate utilizzando conci delle ceramiche rotte o inutilizzate. Un vera e propria idea di riciclo per donare colore ed inventiva a questa medina.

Safi è questa, e rimane cosi’ per pochi intimi, per coloro che davvero voglia di scoprire il Marocco quello vero ed autentico, immergendosi in essa come una persona del posto.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 4.2 / 5. Voti totali: 5

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento