Al momento stai visualizzando Podgorica, guida e consigli su cosa vedere

Podgorica, guida e consigli su cosa vedere

Viaggiare zaino in spalla in Montenegro

Una delle esperienze più belle del mio viaggio zaino in spalla nel Balcani è stato entrare in Montenegro dall’Albania utilizzando i mezzi di trasporto pubblico. Ho viaggiato a bordo di un autobus partito da Tirana dopo aver trascorso più di 4 ore in compagnia di famiglie albanesi e montenegrine. Ho visitato l’entroterra del Montenegro nel mese di agosto, lasciando lontane località turistiche come Budva e le Bocche di Cattaro per dedicarmi completamente alla visita di Podgorica ed i suoi dintorni, con città semi-deserte per l’esodo estivo ma altrettanto interessanti per visitarle in tranquillità, senza caos, traffico e luoghi affollati. Pogdorica è la classica meta alternativa da visitare in Europa a basso costo ed in maniera sostenibile.

Attraversare la frontiera terrestre tra Albania e Montenegro - blog di viaggi

Cosa vedere a Podgorica in Montenegro

Dopo aver raggiunto la stazione degli autobus di Podgorica entrate nella stazione dei treni adiacente ad essa per due semplici motivi: uno perché le stazioni di queste città sottovalutate hanno ancora un fascino incredibile, due per ottenere informazioni, biglietti ed orari su come raggiungere Ostrog che vi parlerò più avanti. L’estensione della capitale montenegrina consente di essere visitata completamente a piedi: per prima cosa dirigetevi nella Piazza della Repubblica come punto di riferimento per il vostro tour a piedi di Podgorica. Visitate il Parco Njegošev ed oltrepassate il Moscow bridge per avere una visuale completa sul nuovissimo ponte Millennium che sovrasta il fiume Morača. Facendo il giro dell’isolato vi ritroverete ad oltrepassare un secondo ponte, il Blažo Jovanović Bridge nel senso opposto che vi condurrà nel cuore della città vecchia di Podgorica.

Fabio Sansone in Montenegro in compagnia di gente locale - blog di viaggi
Dettagli nei palazzi di Podgorica in Montenegro - blog di viaggi
Cosa vedere a Pogdorica in Montenegro - Blog di viaggi

Una volta superato il ponte dirigetevi verso il fiume, ammirando l’Old Ribnica River Bridge dove sarà possibile farsi il bagno e prendere il sole nella piccola spiaggetta, noleggiare una canoa oppure godersi una birra chioschetto adiacente. Questo è il punto in cui i pochi abitanti di Podgorica si riversano nei weekend per cercare refrigerio nelle acque del fiume. La passeggiata nel centro storico è rilassante con tutte case isolate ad un piano e giardino privato ricostruite dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Da segnalare la Torre dell’Orologio Sahat Kula e la Moschea Osmanagic.

La torre dell'Orologio a Podgorica in Montenegro - blog di viaggi

Lasciato il centro storico, perdetevi nei grandi viali residenziali per ammirare l’architettura del periodo Jugoslavo con grandi blocchi di cemento furono innalzati per creare negozi ed appartamenti. La periferia di Podgorica è piena di palazzi decadenti ma allo stesso modo affascinanti che danno alla città quel fascino di vissuto dove ancora oggi vivono migliaia di persone. Visitare Podgorica ad agosto è come andare controcorrente: la città si svuota ma è perfetta per essere visitata, apprezzata e sentirsi parte di essa.

Murales sui palazzi a Podgorica in Montenegro - blog di viaggi
Architettura Jugoslava in Montenegro - blog di viaggi

Escursione al Monastero di Ostrog in Montenegro

Il Monastero di Ostrog è una di quelle escursioni imperdibili per un viaggio in Montenegro; ora vi spiegherò come raggiungere il Monastero di Ostrog fai da te: dalla stazione dei treni partono convogli diretti ad Ostrog (treno in direzione Nikšić) poche volte al giorno con tempi di percorrenza di circa 50 minuti ma con orari comodi per visitare il Monastero. La stazione di Ostrog è piccolissima e per raggiungere il Monastero sono due le soluzioni percorribili:

  • a piedi con un trekking di un’ora abbondante (4 km) fino al Monastero Superiore;
  • ho condiviso la tratta di a/r con una famiglia proveniente dalla Serbia pagando la mia piccola quota ai taxi abusivi posizionati nel parcheggio.

In alternativa al “fai da te” prenotate questa comoda escursione guidata al Monastero di Ostrog da Pogdorica con pick-up nel vostro albergo!

La stazione dei treni di Ostrog in Montenegro - blog di viaggi

In ogni caso, partite dall’alto, dal Monastero incastonato della roccia per poi riscendere fino al complesso di chiese nella parte inferiore per poi rientrare in stazione. L’ingresso è gratuito e scaglionato ma l’attesa verrà ripagata dinanzi al simbolo del Montenegro, luogo di culto più visitato dei Balcani. Un’altra escursione da fare in Montenegro è Nikšić la seconda città del Paese che si trova sulla stessa linea ferroviaria che porta ad Ostrog.

Dintorni di Pogdorica: Monastero di Ostrog in Montenegro - Blog di viaggi
Il Monastero di Ostrog da visitare nei dintorni di Podgorica in Montenegro - blog di viaggi

Dove mangiare a Podgorica

Mangiare in Montenegro è relativamente economico. Ho soggiornato per due notti a Podgorica e questo ristorante con cucina tipica montenegrina è stata una vera scoperta: l’arredo è molto spartano ma è frequentato esclusicment eda gente del posto. Il Domaci Ukus è in Oktobarske Revolucije, un lungo viale che collega la stazione degli autobus/treni al centro cittadino. Ecco il punto esatto per raggiungerlo con Google Maps. Quindi cosa mangiare in Montenegro? La carne alla griglia è il forte della cucina montenegrina per cui non esitate ad ordinare dei gustosissimi cevapi.

Piatto tradizionale del Montenegro: i Cevapi - blog di viaggi
All-focus

Cose utili da sapere per un viaggio un Montenegro

  • Moneta: Anche se non fa parte dell’Euro-zona, in Montenegro circola l’euro e tutti i pagamenti e prelievi ai bancomat vengono fatti in euro;
  • Documenti: La documentazione per entrare in Montenegro è valida per tutto il soggiorno ed è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio, ma il mio consiglio è sempre quello di portare con se il passaporto;
  • Rete telefonica ed Internet: le reti internet wi.fi. si trovano in abbondanza in tutto il Paese ma alla data del viaggio (agosto 2019) il roaming europeo non era ancora attivo.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento