Al momento stai visualizzando Viaggio nei Balcani: dalla Bulgaria al Kosovo

Viaggio nei Balcani: dalla Bulgaria al Kosovo

Itinerario di viaggio zaino in spalla da Sofia, passando per la Macedonia fino al Kosovo

Viaggiare zaino in spalla nei Balcani è facile e low-cost: sono Paesi dal forte richiamo avventuriero, che spingono il viaggiatore a percorrerli senza una meta ben precisa; sono tutti raggiungibili con i mezzi pubblici attraversando confini terrestri, viaggiando con la gente del posto e lontano dal turismo di massa. Durante gli spostamenti tra una nazione e l’altra si fanno esperienze di vita che andranno a segnare il viaggio ancor prima di visitare una città.

Spesso si viaggia “per vedere e fare cose“, tralasciando tutto ciò che sono i contorni e le piccole sfaccettature. Viaggiare nei Balcani ha senso se vengono catturati tutti i dettagli di ogni singolo popolo che nel corso dei decenni passati ha subito atrocità e sanguinose guerre.

I colori della bandiera della Bulgaria per le strade di Sofia - blog di viaggi
La bandiera della Repubblica della Macedonia - blog di viaggi

Dopo aver attraversato una buona parte dei Balcani dall’Albania alla Bosnia, in un secondo viaggio ho portato a termine un itinerario dalla Bulgaria al Kosovo. Sfruttando le dimensioni ridotte di questi Paesi è possibile spostarsi in poche ore da una città all’altra senza grossi problemi logistici. Non si pianifica niente, si vive alla giornata ed in qualche modo si raggiungerà la destinazione successiva. Sono Nazioni che non hanno un grosso traffico di turisti e meritano di essere esplorate zaino in spalla in maniera sostenibile. Ecco il mio itinerario di viaggio nel Balcani:

  • Roma-Sofia;
  • Sofia-Skopje;
  • Skopje-Pristina (Kosovo);
  • Pristina-Skopje;
  • Skopje-Roma.

Come raggiungere la Macedonia dalla Bulgaria: autobus da Sofia per Skopje

Il bello di viaggiare nel Balcani sta proprio negli spostamenti interni: che siano su gomma o su ferro sono esperienze da fare per una completezza personale; arricchiscono il bagaglio esperienziale portando a conoscere nuove persone, spesso famiglie che migrano da una città all’altra, giovani costretti a cambiare Paese per il lavoro ed anche qualche viaggiatore che intraprende questi itinerari.

Come si può raggiungere la Macedonia da Sofia? I mezzi pubblici (autobus) partono dalla Bus Station Serdika vicino la stazione dei treni. Nel parcheggio interno cercate la biglietteria con la scritta Maptu corrispondente alla compagnia di autobus da prendere; la durata del tragitto fino a Skopje è di circa 4 ore controlli alla dogana inclusi ed il prezzo del biglietto è di 30 Lev bulgari (circa 15 euro). Per il controllo passaporti saliranno a bordo gli agenti addetti con un occhio di riguardo verso quelli italiani.

Prezzo ed orario dell'autobus da Sofia a Skopje - blog di viaggi
La compagnia degli autobus da Sofia a Skopje - Blog di viaggi

Come arrivare in Kosovo dalla Repubblica di Macedonia: autobus da Skopje per Pristina

Prima di entrare in Kosovo è bene sapere che chiunque volesse viaggiare in Serbia successivamente, l’ingresso potrebbe essere negato a causa del timbro sul passaporto della Repubblica del Kosovo. Dopo questa premessa, fortunatamente avevo già visitato Belgrado negli anni precedenti per cui il problema non si è posto.

Da Skopje partono giornalmente molti minibus diretti a Pristina, anche per escursioni in giornata da Skopje lungo paesaggi davvero incredibili che fino a qualche anno neanche immaginavamo. Durata del viaggio un’ora e mezza con controlli molto rapidi al confine terrestre. Il costo del biglietto è 8 euro, aggiornato al viaggio nel novembre 2018. L’autostazione di Skopje dista dal centro una ventina di minuti ma prima di recarvi altrove, chiedete informazione sugli orari, dovrebbero partire ogni ora sia da Skopje che da Pristina.

Il timbro di ingresso nel Kosovo sul passaporto italiano - blog di viaggi

Consigli utili per viaggiare in Bulgaria, Macedonia e Kosovo

Fortunatamente viaggiare attraverso la Bulgaria, la Macedonia ed il Kosovo non richiede una grossa organizzazione; la documentazione per entrare in questi Paesi non necessita di un visto (per viaggiatori di nazionalità italiana): zaino in spalla e via. Andiamo ad esaminare nel dettaglio ogni singola nazione:

  • Ingresso in Bulgaria: consentito anche con la carta d’identità per un massimo di 90 giorni; la moneta locale è il Lev Bulgaro;
  • Ingresso nella Repubblica di Macedonia del Nord: anche in questo caso è consentito con solo la carta d’identità per 90 giorni; la moneta locale è il dinaro macedone;
  • Ingresso nel Kosovo: obbligatorio il passaporto per un soggiorno di massimo 90 giorni. Accettano i pagamenti in euro.

Quanto costa viaggiare nei Balcani?

Viaggiare nei Balcani è davvero economico; sono nazioni autentiche (eccetto alcune località turistiche lungo la costa adriatica) che vivono come trent’anni fa, ma che nel corso di questi anni hanno subito sanguinose guerre fermando il processo di crescita sociale e turistico. Non per altro sono le mete predilette per i viaggiatori zaino in spalla che hanno voglia di intraprendere dei viaggi itineranti con percorsi ad anello in modo da toccare ogni singola nazione.

Le dimensioni ridotte ed i costi abbordabili consentono di visitare i Balcani in un solo viaggio di almeno un mese. Per darvi un’idea di quanto costa davvero viaggiare nel Balcani basti pensare ai spostamenti interni con gli autobus (prezzo variabile dai 10 ai 20 euro), ad un posto letto negli ostelli (tra i 5 e 10 euro), ad una cena i locali caratteristici del posto (tra i 3 e 7 euro) per non parlare del rapporto umano con la popolazione del posto che non ha prezzo.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 4 / 5. Voti totali: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento