Al momento stai visualizzando Europa: la top 10 delle città termali

Europa: la top 10 delle città termali

Le città termali: un patrimonio da preservare

Le città termali hanno quel qualcosa in più che è allo stesso tempo romantico e caratteristico. Se l’idroterapia ha vissuto un periodo florido tra il XVIII secolo e gli anni ’30, ora risulta un po’ fuori moda.

Tuttavia, queste città d’acqua hanno sviluppato attività diverse dalla balneoterapia. Parchi, casinò, sale da concerto, teatri, hotel… Le località termali attiravano, un tempo, ospiti che venivano ad alleviare vari disturbi, ma anche l’alta società e le celebrità, che volevano vedere ed essere viste. Oggi, l’Unesco riconosce questo patrimonio culturale classificando 11 città europee che hanno fatto dello sfruttamento delle loro sorgenti minerali un patrimonio universale.

Sono ben 11 le città europee che formano la rete termale d’Europa. Il loro ricco patrimonio è stato appena riconosciuto dall’Unesco. Scoprile in questo elenco:

  1. Spa (Belgio);
  2. Baden bei Wien (Austria);
  3. Vichy (Francia);
  4. Baden-Baden (Germenia);
  5. Bad Ems (Germania);
  6. Bad Kissingen (Germania);
  7. Montecatini (Italia);
  8. Karlovy Vary (Rep. Ceca);
  9. Marienbad (Rep. Ceca);
  10. Franzensbad (Rep. Ceca);
  11. Bath (Regno Unito).
bagni termali in Europa: quali scegliere - blog di viaggi

La Top 10 delle città termali in Europa: Belgio e Austria

È dal Belgio che ha preso il nome questo fenomeno culturale: Spa è la città termale per eccellenza, la prima ad aver esportato le sue acque ricche di ferro fin dal XVI secolo, contribuendo così a far conoscere le sue cure. Ancora oggi, è possibile recarsi alle terme di Spa immerse nel verde. Molto belle anche le passeggiate da fare nella regione, nelle Fagnes, lungo i sentieri primaverili.

Baden bei Wien

A soli 25 km a sud di Vienna, la città termale di Baden è nota per le sue sorgenti sulfuree che hanno attratto celebrità come Beethoven e Mozart. C’è anche una spa in stile Art Nouveau e altri bagni storici, alcuni dei quali sono stati trasformati in musei.

La Top 10 delle città termali in Europa: Francia e Germania

Se Vichy, in Francia, è definita la regina delle località termali è sicuramente per il suo aspetto raffinato e borghese. Con i suoi numerosi parchi, il suo quartiere termale, la ricchezza della sua architettura inglese, barocca, di ispirazione coloniale e Art Nouveau, Vichy seduce con il suo impressionante patrimonio storico. Dispone inoltre di due bagni termali specializzati nella cura di malattie reumatologiche, digestive e metaboliche.

Baden-Baden, Bad Ems e Bad Kissingen

Situata ai margini della Foresta Nera nel Baden-Württemberg, Baden-Baden è una città nota per le sue sorgenti termali, che nel XIX secolo attirarono persone ricche e importanti. Oggi, sono ancora in funzione ben 12 stabilimenti termali. Uno dei più antichi è Friedrichsbad, una stazione costruita dai romani, le cui acque possono raggiungere una temperatura di 68°.

Con le sue 15 sorgenti di acqua minerale, la piccola città termale di Bad Ems, situata nel Parco Naturale di Nassau, è nota per i suoi bagni termali curativi che si dice trattino disturbi respiratori, allergici e cardiovascolari. Immersa nel cuore di una valle romantica, la regione offre anche magnifiche escursioni tra colline boscose e montagne pittoresche. La sauna fluviale che galleggia sul fiume Lahn è un’attrazione imperdibile, insieme a una delle funicolari più ripide della Germania, che collega il centro città all’area termale del Bismarckhöhe.

Bad Kissingen comprende, infine, 7 sorgenti termali e bagni di fango rinomati per le loro virtù sin dal XVI secolo. La distribuzione quotidiana dell’acqua termale nella sala dei gradini perduti più grande d’Europa ha una lunga tradizione. Già l’imperatrice Sissi, infatti, apprezzava gli effetti benefici e lenitivi delle sorgenti termali naturali. Oggi vi si trovano le terme KissSalis e un parco saune.

centro termale a Baden Baden in Germania - blog di viaggi

La Top 10 delle città termali in Europa: Italia e Repubblica Ceca

L’Italia conta un’unica località termale inclusa nella top 10 delle Spa d’Europa: Montecatini, che dispone di terme tra le più antiche d’Europa. Inoltre, sembra che la parola spa non derivi dalla città belga, ma dal latino salutem per aqua, che significa salute attraverso l’acqua. Con la sua architettura grandiosa e l’atmosfera da dolce vita, Montecatini ha attratto molte celebrità come Audrey Hepburn e Truman Capote. Federico Fellini vi girò alcune scene di film con Marcello Mastroianni.

Repubblica Ceca: Karlovy Vary, Marienbad e Franzensbad

La Repubblica Ceca ha ben 3 città termali in classifica, ma Karlovy Vary è la più importante. A due ore di treno da Praga, è circondata da colline è quasi interamente pedonale. Dispone di alcune centinaia di sorgenti termali naturali e bellissimi edifici in stile art nouveau. La sua acqua termale è ideale per cure disintossicanti e dimagranti, a seconda della durata di utilizzo.

Marienbad è una magnifica città boema che vanta un centro termale risalente al 1818. Situato a 600 metri sul livello del mare, sfrutta ben 40 sorgenti minerali della foresta di Slavkov che la circonda. La sontuosa architettura e i suoi parchi fioriti ne fanno una delle città giardino più belle d’Europa.

Meno conosciuta rispetto alle altre, con le quali forma il triangolo termale della Boemia, Franzensbad è comunque una cittadina pittoresca e ricca di fascino. Preservata dalle inondazioni di turisti che preferiscono recarsi in altre località termali, ha conservato la sua autenticità e il fascino antico delle località ottocentesche.

i migliori bagni termali in repubblica ceca - blog di viaggi

La Top 10 delle città termali in Europa: il Regno Unito

L’unico centro termale inglese che rientra nella classifica delle città termali più belle d’Europa è Bath. Si tratta di un’incantevole cittadina situata a 25 km da Bristol e a 180 km da Londra. Con le sue eleganti case di architettura georgiana, è considerata una delle città più belle d’Inghilterra ed è stata, in particolare, l’ambientazione dei romanzi di Jane Austen. Città termale sin dal XVIII secolo, Bath ora vanta le uniche sorgenti termali naturali della Gran Bretagna.

Terme e non solo

Per un week end all’insegna del benessere, ma anche della cultura, la scelta è obbligata: Bath. Cosa vedere, allora?

L’Abbazia di Saint Peter è un capolavoro di design gotico, costruito nel 1499 sui resti di una chiesa fondata nel VII secolo. È uno dei luoghi di culto più importanti del sud dell’Inghilterra e si distingue dagli altri per le sue 52 magnifiche vetrate che occupano la maggior parte della superficie delle pareti. Vanta un magnifico esempio di volta a ventaglio, che fornisce stabilità alla struttura, distribuendo il peso del tetto alle colonne portanti tramite gli archi.

La facciata ovest ospita sculture che rappresentano angeli che salgono i gradini di pietra e conducono al paradiso.

La torre, alta 49 metri, è accessibile da 212 gradini e offre una bellissima vista della città.

i migliori bagni termali nel regno Unito - blog di viaggi

Templi del benessere a Bath nel Regno Unito

Sono ben 4 i templi del benessere, a Bath.

Dopo che i Celti vollero innalzare un santuario dedicato alla dea Sulis a Bath, l’invasione romana dell’anno 44 segnò la nascita della città di Aquae Sulis, un vasto complesso termale e un tempio dedicato alla dea Minerva. Oggi, le acque termali di Bath sono famose per le loro virtù. Ribollono nei sotterranei della città e sgorgano a 46°C.

Hanno quattro punti di interesse: la fonte sacra, il tempio romano, le terme e il museo che espone oggetti archeologici rinvenuti in loco e offre da bere l’acqua sorgiva, ferruginosa e calda

Il Grand Bain è una magnifica piscina di acqua calda all’aperto, fiancheggiata da statue risalenti al 1894 che rappresentano imperatori romani e capi militari.

Dagli anni ’70 le terme romane non sono più accessibili per il nuoto.

Se si vuole godere dei benefici dell’acqua termale di Bath, si possono visitare le Thermae Bath Spa, un modernissimo complesso alimentato dalle acque di tre diverse sorgenti che sgorgano a 46 gradi e sono tra le acque minerali naturali più calde d’Europa. Thermae Bath Spa dispone di una meravigliosa piscina all’aperto con acqua ricca di minerali. Lo stabilimento, decorato con un arredamento moderno in un ambiente antico, dispone di saune e hammam e offre numerosi trattamenti incentrati sui benefici dell’acqua.

Il Gainsborough è un moderno hotel di lusso: oltre all’imponente facciata georgiana e vittoriana color sabbia, il punto di forza dell’hotel è nascosto nel sottosuolo. Il Gainsborough, infatti, è l’unico centro benessere del Regno Unito a offrire l’accesso diretto alle sorgenti termali naturali.

Piscina privata all’aperto aperta al pubblico, The Cross Bath è la terza fonte di Bath situata in un’enclave di lusso. Questo bagno termale può ospitare da 6 a 10 persone: bambini sotto i 12 anni non sono ammessi e i giovani tra i 12 e i 15 anni devono essere accompagnati da un adulto in proporzione 1:1.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 2.3 / 5. Voti totali: 3

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento