Al momento stai visualizzando Viaggiare in solitaria in Armenia

Viaggiare in solitaria in Armenia

Itinerario di 4 giorni in Armenia

E’ possibile visitare l’Armenia in solitaria, in totale autonomia, in maniera sostenibile e low-cost? La risposta senz’altro positiva perché l’Armenia racchiude in se tutte queste caratteristiche ideali per un viaggiatore zaino in spalla. L’Armenia è curiosità allo stato puro, sarà lei stesso a mettervi a vostro agio in un territorio difficile e non consono alle nostre abitudini, grazie al grande cuore degli armeni. E per dimostrare che gli armeni hanno un grande cuore ecco una breve descrizione del mio impatto con questo Paese:

Ero appena arrivato dalla Georgia in marshrutka attraverso il confine terrestre di Dagratashen e, non avendo a disposizione la moneta locale, con i change office chiusi ero praticamente senza soldi per prendere l’autobus per arrivare a Yerevan centro; allora un vecchietto vedendomi in difficoltà si avvicinò e porse sulla mia mano una moneta da 100 dram e mi indicò l’autobus su cui salire!

La vita quotidiana di Yerevan in Armenia - blog di viaggi

Cosa vedere in Armenia in 4 giorni

L’itinerario di 4 giorni in Armenia mi ha consentito di esplorare a fondo la sua capitale in un periodo (quello natalizio ortodosso) ricco di tradizioni ed eventi, ed alcune escursioni nei dintorni di Yerevan quali:

  • Garni e Geghard;
  • Cattedrale di Zvartnots;
  • Khor Virap e Artashat;
  • Areni e Novarank;
  • Lago Sevan e Parzo Nazionale.
Visitare il Monastero di Noravank in Armenia - blog di viaggi

Come spostarsi a Yerevan: mezzi di trasporto locali

Essenzialmente a Yerevan ci si sposta in 3 modi in maniera sostenibile:

  • La metropolitana di Yerevan funziona abbastanza bene; non esistono biglietti ma monete di plastica da cambiare nelle rispettive biglietterie; l’unico neo riguarda la cartellonistica e le insegne: tutto rigorosamente in armeno. Consiglio di scriversi le fermate sul taccuino da viaggio;
  • Le marshrutka: se amate i Paesi ex-sovietici saranno i vostri taxi collettivi preferiti; la stazione principale degli autobus è la Kilikya Avtokayan nella quale giungono i mezzi provenienti dalla Georgia; da questa stazione partono molte corse per le attrazioni da visitare nei dintorni di Yerevan;
  • è possibile visitare Yerevan a piedi, in quanto il centro storico non è di grandi dimensioni, cosi da rendersi conto come l’architettura ex-sovieta si è impadronita della città;
  • Per chi utilizza il treno, alla stazione ferroviaria di Yerevan ci si arriva in metro fermandosi alla Sasuntsi Davit. Anche su rotaia è possibile raggiungere la Georgia in treno dall’Armenia; ci sono treni per Batumi e Tblisi.
Come spostarsi in Armenia con i mezzi pubblici - blog di viaggi

Cosa visitare nei dintorni di Yerevan

Lasciarsi le spalle Yerevan e visitare la prima periferia vuol dire entrare nell’autenticità del luogo; spostarsi di qualche chilometro in là vuol dire entrare nel cuore dell’Armenia. E’ molto semplice visitare i dintorni di Yerevan in totale autonomia ma questo richiede un minimo di organizzazione ed elasticità; se non avete tempo a disposizione è possibile anche prenotare escursioni private da Yerevan con servizi efficienti e professionali.

Garni e Geghard si trovano nella prima periferia ad est della capitale e sono delle ottime escursioni da fare a Yerevan in mezza giornata; spesso vengono visitate entrambe essendo molto vicine tra loro. Come raggiungere Garni da Yerevan? basterà recarsi in GAI Ave e prendere la marshrutka diretta a Gogth. Per la discesa chiedete aiuto ai passeggeri, saranno felici di indicarvi la fermata giusta. L’attrazione principale di Garni è il suo tempio, invece il monastero regna sovrano a Geghard, ormai entrato nella lista UNESCO come Patrimonio dell’Umanità, ma non è possibile raggiungere Geghard direttamente da Yerevan. Il mio consiglio, come specificato in precedenza è di prendere una marshrutka fino al villaggio di Gogth e proseguire con un taxi collettivo fino al Monastero ripercorrendo la stessa strada per il ritorno.

Il Monastero di Khor Virap in Armenia - Blog di viaggi

La Cattedrale di Zvartnots è situata invece ad Est di Yerevan, raggiungibile con l’autobus in partenza dalla stazione di Kilikya Avtokayan e diretto al villaggio di Ptghunk. Il tragitto dura circa trenta minuti, ma prima di sedervi comunicate ad autista o passeggero di fermarvi nei pressi del sito archeologico. Visitare le regioni dell’Armenia meridionale, ai confini con il Karabakh lascerà i vostri occhi stupefatti. Uno dei villaggi a sud di Yerevan è Khor Virap dove sorge il monastero, punto ideale per ammirare il monte Ararat nella sua totale immensità. Sarà un privilegio raro vederlo con il cappello di neve a causa dell’inquinamento atmosferico. Khor Virap è anche un crocevia molto importante dal punto di vista geografico: è il punto di incrocio tra Iran, Turchia e la regione autonoma azera di Nakhchivan.

Artashat in Armenia - Blog di viaggi

Ancora più a sud, proseguendo parallelamente al confine si incontra il villaggio di Areni, famosissimo per la produzione di vino, uno dei pochi luoghi del Paese in cui si riesce a prosperarne maggiormente. Le bancarelle sono piene di bottiglie mimetizzate di un colore scuro, tale da non sembrare vino, un escamotage per i compratori iraniani che intendono trasportarlo nel loro Paese. Areni è il luogo ideale per degustare la cucina armena prima di proseguire il viaggio verso Noravank in uno dei siti archeologici più spettacolari di tutta l’Armenia. Anche in questo caso, raggiungere Noravank da Yerevan con i mezzi pubblici è molto semplice grazie alle marshrutky oppure scoprirla con escursione di gruppo da Yerevan.

Visitare il Monastero di Noravank in Armenia da Yerevan - Blog di viaggi

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 3

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento