Al momento stai visualizzando Il Cammino dei Borghi Silenti in tenda

Il Cammino dei Borghi Silenti in tenda

Dormire in tenda nel Cammino dei Borghi Silenti

La scelta di dormire in tenda lungo un cammino è una decisione che va oltre il fattore fisico: sostenibilità e contatto con la natura sono la base da cui partire. Con queste due caratteristiche è possibile intraprendere qualsiasi itinerario, anche il Cammino dei Borghi Silenti in Umbria. Non è un campeggio ma si dorme in tenda per passione, per azzerare il 100% dei consumi, dei costi e ridurre al minimo impatto ambientale: siamo ospiti e da ospiti dobbiamo essere rispettosi di ogni centimetro che ci viene concesso, lasciando i luoghi visitati cosi come li troviamo. Non fatevi prendere dalla foga di arrivare, camminate lenti e consapevoli di attraversare terre e paesaggi che vivono di lavor proprio.

Panorami sul cammino dei borghi silenti  - blog di viaggi

Ho percorso il Cammino dei Borghi Silenti nell’agosto del 2021, non il periodo migliore per camminare sotto al sole cocente ma con un pizzico di organizzazione e sacrificio si riesce anche a sopperire al fattore caldo. Tutto ciò che seguirà riguarda la mia esperienza vissuta in tenda lungo questo splendido cammino, dando consigli e suggerimenti su cosa mettere nello zaino e come comportarsi nelle varie tappe.

Come fare il Cammino dei Borghi Silenti in tenda

Prima di intraprendere un cammino è fondamentale sentirselo dentro come un richiamo, perché un cammino arriva sempre dalla vostra anima. Il fattore fisico viene superato se prima di tutto la testa è determinata nella sua scelta. Il Cammino dei Borghi Silenti in Umbria è impegnativo, con sali e scendi continui che mettono a dura prova ogni camminatore. Per farlo in tenda c’è bisogno di grande spirito di adattabilità ed improvvisazione. I servizi sono davvero pochi perché il cammino non è strutturato per farlo completamente in tenda ma con un minimo di organizzazione ed esperienza si oltrepassa tutti gli ostacoli.

Paesaggi sul cammino dei borghi silenti in Umbria - blog di viaggi

Cosa mettere nello zaino durante il Cammino dei Borghi Silenti?

Se avete intenzione di fare il Cammino dei Borghi Silenti in tenda, le 5 tappe complessive consentono di limitare il peso del vostro zaino rispetto ad altri cammini; ecco la mia check list modificabile anche in base al meteo degli ultimi giorno;

  • zaino da 60 lt;
  • Tenda monoposto del peso di 1.2 kg;
  • Sacco a pelo estivo, tappetino e telo anti-umidità;
  • Due borracce da 1.0 l;
  • Fornellino a gas con ricarica piena (a me non è servita quella di scorta);
  • Gavetta con il minimo necessario;
  • Torcia da minatore;
  • Filo per appendere e mollette;
  • Sapone biodegradabile per corpo ed indumenti;
  • Vestiario (un doppione per tutto);
  • Power bank solare (molto importante perché sono 2 le tappe dove è possibile ricaricare):
  • Rotolo carta igienica;
  • Cappello;
  • Medicinali generali;
  • Da mangiare: per colazione una confezione di pan bauletto e marmellate monodose, per la cena zuppe e risotti in busta. Per il pranzo a sacco utilizzare alimentari della zona con prodotti freschi e locali;
  • Taccuino e matita.
Cosa mettere nello zaino nel cammino dei borghi silenti - blog di viaggi

Ogni tappa è ben descritta sulla guida acquistabile sul sito ufficiale, quindi mi limiterò a raccontare la mia esperienza personale con qualche consiglio utile per dormire in tenda nel Cammino dei Borghi Silenti:

  • 1ª tappa da Tenaglie a Toscolano: Non fatevi ingannare dalla lunghezza della tappa (27 km), il sentiero è di media difficoltà con una mulattiera che vi condurrà in alcuni Borghi Silenti come S. Restituta, un vero gioiello umbro che si sviluppa lungo una valle con splendide viste attraverso i suoi stretti vicoli. Anche se sulla guida viene riportato Melezzole come fine tappa, il punto tenda messo a disposizione dagli organizzatori è Toscolano. Il campo sportivo attualmente è attrezzato soltanto con una fontana, essenziale per i beni personali di prima necessità; a pochi passi il Borgo di Toscolano è uno degli esempi di come preservare il patrimonio edilizio. Passeggiate al suo interno andando alla ricerca di Orazio per farvi apporre il timbro sulla credenziale;
Visitare il borgo di Toscolano in Umbria - blog di viaggi
  • 2ª tappa da Toscolano a Morre: dura, molto lunga, entusiasmante ma a volta un po snervante per la mancanza dei rifornimenti di acqua. Per chi dorme in tenda a Toscolano deve aggiungere i chilometri restanti per arrivare a Melezzole più quelli della tappa, per un totale di 29 km. Tra Morre e Morruzze è indicato il punto dove sistemare la tenda: è un campo da calcio privo anche di acqua. Il mio consiglio è quello di alloggiare all’Agriturismo Cerqueti; il proprietario, gentilissimo, vi concederà uno spazio antistante la piscina per montare la tenda senza sovrapprezzo con possibilità di cenare a base di prodotti locali;
arredo di riciclo sul cammino dei borghi silenti in umbria - blog di viaggi
Il piccolo borgo di Morre in Umbria - blog di viaggi
  • 3ª tappa da Morre a Civitella del Lago: dopo le fatiche del giorno precedente non predente sottogamba questo tratto. Ha un unico grande strappo il salita verso il Borgo di Scoppieto che vi lascerà senza fiato. Nella piazza del paese chiedete del galletto per il timbro. Attraversate il piccolissimo abitato di Morruzze per arrivare a quello di Acqualoreto curato in ogni minimo particolare di arredo urbano. Per i viaggiatori in tenda il punto di ritrovo è il Camping il Falcone, 600 metri fuori percorso (prezzo 15 euro comprensivo di piazzola e servizi igienici);
Lo splendido borgo di Acqualoreto in Umbria - blog di viaggi
  • 4ª tappa da Civitella del Lago a Baschi: quella più facile, quasi tutta in leggera discesa che consente di riposarsi tra campi di ulivi, filari di vite e casolari in pietra. Anche qui il punto tenda messo a disposizione è un impianto sportivo: contatto telefonico nella sezione contatti per mettersi d’accordo con il referente di zona;
panorami in umbria durante il cammino dei borghi silenti- blog di viaggi
cosa vedere durante il cammino dei borghi silenti in Umbria - blog di viaggi
  • 5ª tappa da Baschi a Tenaglie: soprannominata “le colline del sole” questo ultimo tratto è esposto ai raggi solari per l’80% della sua totalità. E’ impensabile percorrerla nelle tarde ore delle calde giornate estive. Come specificato sulla guida nei primi 12 km non sono presenti fonti d’acque ed è di fondamentale importanza fare una grande scorta. Nel Borgo di Montecchio le due fontane presenti non erogano acqua potabile.
Fabio Sansone all'arrivo del cammino dei borghi silenti - blog di viaggi

Quanto costa fare il Cammino dei Borghi Silenti in tenda?

Percorrere il Cammino dei Borghi Silenti tenda in maniera sostenibile ha un costo tendente quasi allo zero con un alto rapporto sulla qualità e bellezza dei paesaggi. L’unica postazione tenda a pagamento è nella terza tappa che va da Morre a Civitella del Lago, dormendo nel camping il Falcone. Il prezzo a persona compreso di servizi igienici è di 15 euro. E’ possibile percorrere questo cammino dormendo e mangiando anche con meno di 50 euro.

Alcune note sul Cammino dei Borghi Silenti:

  • Non ho incontrato nessun cane da pastore lontano dal proprio recinto o altri animali pericolosi come cinghiali, lupi o serpenti; bellissimi avvistamenti di piccole volpi lungo i sentieri;
  • Le fontane di acqua potabile sono ben segnalate sulle tracce gps messe a disposizione dall’organizzazione, anche se nel Borgo di Montecchio (prima dell’arrivo) le fontane sul posto sono segnalate come non potabili;
  • In generale il percorso è molto ben segnalato e pulito.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 4.7 / 5. Voti totali: 13

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Questo articolo ha 2 commenti

  1. Donatella

    Ciao,
    Sarei intenzionata a farlo in tenda con il mio compagno e vorrei sapere se in caso di necessità ( malesseri,piccoli infortuni o semplice rinuncia a terminare il percorso )nei piccoli borghi ci può essere un servizio bus per tornare al punto di partenza.

    1. Fabio Sansone

      Ciao, che io sappia non sono a conoscenza di autobus, però sul sito ufficiale del cammino puoi trovare dei servizi di questo genere. L’organizzatore è sempre attento a queste tematiche. Per qualsiasi altra informazione non esitare a contattarmi. Un saluto
      Fabio

Lascia un commento