Al momento stai visualizzando Perù in solitaria: itinerario di viaggio

Perù in solitaria: itinerario di viaggio

Viaggiare zaino in spalla in Perù

Viaggiare in solitaria in Perù è incredibilmente affascinante, gratificante e dispendioso in termini di energia. Sarà il fascino sud americano, il volto sorridente dei peruviani e l’altura media di oltre 3000 metri a rendere questo viaggio una meta imprescindibile per un viaggiatore zaino in spalla. Una vera esperienza di vita con culture e tradizioni totalmente differenti, storie di popoli sconosciuti dal grande fascino e voglia di esplorarli passo dopo passo, su e giù per le Ande!

volti sorridenti in Perù - blog di viaggi
Il sorriso travolgente di una donna peruviana.

Il Perù in solitaria è un viaggio che mette a dura prova fisico e mente, non che i viaggi organizzati non lo siano, ma lo sforzo è maggiore. Non c’è un limite di tempo per visitare zaino in spalla il Perù, ma pensare di organizzare un itinerario con una settimana, dieci giorni è impensabile. A tal proposito vi propongo il mio di itinerario, studiato e perfezionato al mio rientro per poter dare dei consigli sinceri e personali:

donna peruviana in compagnia del sul alpaca - blog di viaggi
Piccolo alpaca ad Arequipa.
Donna peruviana a lavoro nei campi - blog di viaggi
Donna peruviana a lavoro nei campi.

Fino a qui niente di speciale, è solo il senso di viaggio che tutti dovrebbero seguire per consentire al corpo di acclimatarsi gradualmente; ma andiamo nel dettaglio ad analizzare ogni singolo giorno.

  1. Lima: l’arrivo nella capitale peruviana nelle prime ore del giorno consente di recuperare ore da spendere alla visita della città, esplorare quartieri ed iniziare ad assaporare la cultura sud americana;
  2. Arequipa: volo interno per Arequipa, a quota 2335 m con visita della città bianca;
  3. Colca Canyon: autobus verso Chivay, avvistamento del Condor andino ed inizio del trekking del Colca verso il villaggio di Sangalle;
  4. Colca Canyon: secondo giorno di trekking ad anello, rientro a Chivay e trasferimento notturno verso Puno;
  5. Puno: si inizia a salire di quota toccano i 3800 m di altitudine, città perfetta per acclimatarsi;
  6. Isola di Amantani: traghetto per Amantani con visita alle isole Uros e Taquile. Un giorno ed una notte ospiti di una famiglia andina, tra cucina tipica, balli e canti popolari;
  7. Juliaca: rientro sulla terra ferma e trasferimento da Puno a Juliaca, piccola cittadina nei pressi della riserva nazionale Titicaca;
  8. Cusco: visita di Juliaca e viaggio notturno per Cusco;
  9. Cusco: arrivo di buon mattino nella città più turistica del Perù. Free tour di Cusco e briefing Salkantay trekking;
  10. Cusco: escursione di trekking sulla montagna colorata di Palcoyo;
  11. Cusco: escursione alle saline di Maras;
  12. Cusco: escursione alla valle sacra degli Inca;
  13. Salkantay Trekking: 5 giorni lungo il cammino di Salkantay da Cusco a Machu Picchu; prenotate qui il vostro itinerario; giorno 1
  14. Salkantay Trekking; giorno 2
  15. Salkantay Trekking; giorno 3
  16. Salkantay Trekking; giorno 4
  17. Salkantay Trekking; giorno 5
  18. Puerto Maldonado: volo interno da Cusco;
  19. Amazzonia Peruviana; tour di Tambopata di 3 giorni, in uno dei Parchi Nazionali più pazzeschi del Perù; giorno 1
  20. Amazzonia Peruviana; giorno 2
  21. Amazzonia Peruviana; giorno 3
  22. Lima: Rientro nella capitale.
visitare la montagna colorata di Palcoyo in Perù - blog di viaggi
Montagna colorata di Palcoyo.
il sito archeologico di Machu Picchu in Perù - blog di viaggi
Una delle sette meraviglie al Mondo dell’era moderna.
trekking al lago Humantay da Cusco in Perù - blog di viaggi
Laguna Humantay.
passeggiare per le stradine della ciudad di Cusco in Perù - blog di viaggi
Lungo le strade di Cusco.

Quando visitare il Perù: periodo ideale

Scegliere il periodo ideale per visitare il Perù risulterà la carta vincente del vostro viaggio: non esiste il mese perfetto ma quanto meno evitare la stagione delle piogge che potrebbe causare non pochi disagi alle vostre avventure. Soprattutto per gli appassionati del trekking la scelta giusta ricade nei mesi che vanno da metà aprile a fine ottobre. Ho visitato il Perù partendo dall’Italia esattamente il 16 aprile del 2022 con zero giorni di pioggia e clima molto gradevole in tutti i luoghi da me visitati. Le altezze che si andranno a toccare sono considerevoli, ma niente allarmismi: nel paragrafo successivo vi consiglierò cosa portare nello zaino per un viaggio in Perù.

sul lago Titicaca in Perù, in navigazione verso Amantani - blog di viaggi
Lago Titicaca a quota 3800 m.

Consigli per viaggiare in solitaria in Perù

I consigli non sono mai troppi soprattutto in determinati posti del Mondo dove non si conosce la vera vita quotidiana. Per viaggiare in Perù serve davvero poco, l’importante è seguire alcuni piccole avvertenze che potrebbero agevolare il vostro viaggio. Questo elenco di cose è scaturito dalla mia esperienza ed ultimo viaggio in Perù:

  • cercate di acclimatarvi seguendo l’itinerario proposto precedentemente cercando di restare almeno due notti nelle città Puno (3800 m) e Cusco (3300 m);
  • nella capitale Lima, ad esclusione dei quartieri Barranco e Miraflores cercate di avere occhi ben aperti evitando di mettere in mostra fotocamere, go-pro, etc;
  • utilizzate l’applicazione Uber per spostarvi comodamente a prezzi molto economici;
  • fermatevi a fare colazione ai carrettini lungo le strade (emoliente) chiedendo del Pan con queso, pan con lomo, pan con camote e della quinoa. non ve ne pentirete;
  • nei mercati centrali delle città, provate le bevande a base di frutta tropicale: quando terminate il primo bicchiere chiedete “l’aumento” per un’altra dose gratis (Yapa o Yapita).
  • cercate di avere sempre del denaro contante in tasca, difficilmente riuscire a pagare con la carta;
  • il mal d’altitudine o soroche si combatte con rimedi naturali: masticando foglie di coca, bevendo il mate da coca oppure aiutando la respirazione con la muña; in alternativa potete acquistare le famose pillole in farmacia senza ricetta;
  • il Perù non appone timbri sul passaporto ne in ingresso ne in uscita dal Paese, ma è possibile ottenerli ad Aguas Caliente (timbro Machu Picchu), sull’isola di Taquile e dalla comunità di Palcoyo (montagna colorata);
consigli per viaggiare in solitaria in Perù - blog di viaggi
Porto di Puno in attesa del battello per Amantani.

Cosa mettere nello zaino per un viaggio in Perù?

L’obiettivo è sempre quello di viaggiare leggeri e favorire gli spostamenti da un posto all’altro. Nel mio zaino da 60 litri cerco sempre di mettere il minimo indispensabile cercando di non riempirlo completamente. Dopo la mia esperienza di venti giorni in Perù (metà aprile metà maggio) ecco una lista di cose indispensabili:

  • cappello con visiera circolare; il sole è davvero forte a determinate altezze;
  • crema solare: fondamentale durante le escursioni di trekking insieme al burro cacao. Anche quando il cielo vi sembrerà nuvoloso, non fidatevi;
  • occhiali da sole;
  • repellente per zanzare ed insetti: se decidete di recarvi in zone umide (foresta) non dimenticate la protezione;
  • medicinali di base; le farmacie in Perù sono ben fornite e le troverete praticamente ovunque;
  • assicurazione di viaggio;
  • vestirsi a strati; anche se la stagione secca va da aprile ad ottobre ricordatevi che siete sempre sotto l’equatore e le temperature possono diventare davvero bollenti; in ogni caso portate un maglione di pile, felpe con apertura, giacca a vento, poncio, guanti, cappello di lana, pantaloni corti e lunghi ed una scarpa leggera oltre quelle da trekking;
  • zainetto per le escursioni di un giorno;
  • bastoncini da trekking; se il vostro viaggio

Tutto il resto è prettamente personale alle proprie abitudini.

consigli su cosa mettere nello zaino prima di partire per il Perù - blog di viaggi
Consigli di lettura prima di partire per il Perù.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 4.1 / 5. Voti totali: 7

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Questo articolo ha 2 commenti

  1. Paola

    Ciao… ho in programma anch io un viaggio in solitaria.. ad aprile; hai trovato molti turisti in giro? A me hanno consigliato novembre per l inizio della bassa staguone= poco turismo anche se potrei incappare in qualche giorno di pioggia. Grazie mille

    1. Fabio Sansone

      Ciao, non tanti, il giusto per poter viaggiare in tranquillità senza stress! Anche novembre si, ma ad aprile non ho avuto neanche un giorno di pioggia.

Lascia un commento