Al momento stai visualizzando Toccata e fuga a Barcellona

Toccata e fuga a Barcellona

Cosa vedere a Barcellona: consigli per una breve sosta

Consigli su cosa fare a Barcellona se il vostro viaggio in Spagna prevede un breve scalo nella città più in voga della Catalogna. Qualsiasi sia la motivazione del viaggio a Barcellona (scalo aeroportuale di lunga durata, lavoro, etc.) è impensabile non fare un salto nel cuore vibrante di una delle città più belle al mondo, ricche di storia, arte e quant’altro si possa cercare. E’ una città grande, con lunghi viali e diagonali che hanno segnato la storia dell’urbanistica; una buona programmazione dell’ itinerario a Barcellona, anche se di poche ore, permetterà di non perdere le attrazioni principali della città.

visitare il Parco Guell di Gaudi a Barcellona - blog di viaggi

Se coincidono con i vostri orari, usufruite dei tour gratuiti di un paio d’ore a piedi per la città; ecco quelli più interessanti da prenotare direttamente on-line:

Per tutte le altre attività, e c’è ne sono davvero tante approfondite le visite guidate di Barcellona!

Come raggiungere il centro di Barcellona dall’Aeroporto El Prat

L’aeroporto El Prat dista appena 15 km dal centro città, raggiungibile con diverse soluzioni più o meno rapide ed economiche a seconda del vostro stile di viaggio. La fitta rete dei trasporti consente spostamenti sicuri da e per l’aeroporto senza paura di perdere collegamenti e/o coincidenze; Ecco quali sono le possibili soluzioni per arrivare nel centro di Barcellona dall’aeroporto El Prat:

  • Aerobus: con partenza frequente (ogni 10 minuti) e tempi di percorrenza che si aggirano intorno ai 35 minuti. Il prezzo del singolo biglietto è di 5.90 euro, 10.20 andata e ritorno;
  • Metropolitana: la linea arancione L9S è quella che collega il centro di Barcellona con l’aeroporto
Raggiungere il centro di Barcellona dall'Aeroporto El Prat - blog di viaggi

Itinerario di cosa vedere a Barcellona in poche ore

Per ottimizzare al massimo i tempi di viaggio a Barcellona, la prima cosa da fare è acquistare il carnet T-Familiar da 8 biglietti al costo di 10 euro (in considerazione del fatto che ogni corsa singola costa 2,40 euro) e dirigersi direttamente dall’aeroporto alla fermata della Sagrada Familia nell’intersezione tra la linea L5 ed L2. Il monumento più importante di tutta la città si mostrerà impetuoso appena varcherete l’ultimo gradino della metro; anche se in fase perenne di ristrutturazione mostrerà tutta la sua bellezza architettonica in ogni sua angolazione. Per una foto degna di nota non accalcatevi dinanzi ad essa ma aggirate il piccolo laghetto nel parco antistante fino allo scorcio perfetto.

passeggiando per i quartieri di Barcellona in Spagna - blog di viaggi

Dalla Sagrada Familia riprendete la metro fino alla fermata Diagonal e proseguite a piedi per visitare Casa Milà e Casa Batlò, opere di straordinaria bellezza dell’Architetto Gaudì; sempre a piedi a poca distanza sorge la Plaça de Catalunya da cui muoversi liberamente per molte attrazioni da vedere a Barcellona:

  • La Rambla è da percorrerla tutta fino al monumento dedicato a Cristoforo Colombo; è il punto nevralgico di Barcellona dove tutti si dirigono anche per una semplice passeggiata; una sorte di salotto di Barcellona, il ritrovo dei catalani per una chicchera davanti ad un caffè; un grande viale alberato che divide in due la città;
  • Il mercato La Boqueria (8:00/20:00 tutti i giorni tranne la domenica chiuso);
  • Il Barri Gòtic è il quartiere caratteristico di Barcellona dove perdersi tra edifici vecchi e trasandati ha ancora più fascino: le stradine vengono invase quotidianamente da numerosi turisti e catalani perché al suo interno si trova di tutto: un museo a cielo aperto tra palazzi medievali e cortili sparsi un pò ovunque. Non limitatevi a guardare dritto, soffermatevi su i dettagli e siate curiosi di sporgere l’occhio oltre al portone;
  • La Cattedrale di Barcellona (La Seu) è il centro del Barri Gòtic, il fulcro attorno al quale si movimenta tutto il quartiere;
  • Casa Batlò: pianifica la tua visita ed acquista qui il tuo biglietto, entrando nel magico mondo di Anton’ Gaudi.
visitare le opere architettoniche di Gaudi a Barcellona - blog di viaggi

Sicuramente non il modo migliore per visitare Barcellona, ma seguendo questi consigli riuscirete in poche ore (nel mio itinerario ne ho stilate ben 5 in ingresso ed uscita da El Prat) ad avere un piccolo approccio con la città, un auspicio per ritornarci e godersi di tutte le meraviglia viaggiando in maniera sostenibile e zaino in spalla.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 5 / 5. Voti totali: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento