Al momento stai visualizzando Itinerario di viaggio on the road in Molise

Itinerario di viaggio on the road in Molise

Cosa vedere in Molise in un weekend: idee di viaggio

Il Molise (non) esiste” è solo uno slogan per presentare questa fantastica regione dal cuore verde d’Italia con un itinerario on the road di due giorni tra paesi medievali, borghi fantasmi e natura incontaminata dell’Alto Molise, spazzando via antiche leggende che vedono snobbare questo territorio dal turismo italiano. Il modo migliore per visitare il Molise è organizzare un itinerario ad anello (in auto o su due ruote) all’interno dei suoi confini regionali toccando i punti di maggiore interesse, città e siti archeologici. Un turismo sostenibile in Molise fatto di passeggiate nei centri storici più belli d’Italia, sistemazioni in case/alberghi diffusi, acquisto di prodotti tipici molisani e passeggiate di trekking zaino in spalla.

La cascata paradisiaca del Volturno in Molise - blog di viaggi

Il Molise va apprezzato a passo lento rispettando chi ci abita da sempre, chi avuto il coraggio di ritornarci e chi ritornerà per dare vita ai progetti futuri. Viaggiare in Molise è di una semplicità unica: non esiste il caos delle grandi città, la gente è cordiale ed ha piacere veder gironzolare qualche turista per i suoi borghi, tra paesaggi verdi che emergono impetuosi nella stagione più bella accompagnato dal silenzio della natura che regna incontrastato.

Dall’Abruzzo al Molise: tour on the road in due giorni

Voglio raccontarvi del mio viaggio on the road nei luoghi più belli dell’Alto Molise con partenza in auto dalla città dell’Aquila in Abruzzo. Il primo paese che si incontra oltrepassando il confine a nord-ovest è il Borgo di Castel del Giudice facente parte dei Borghi autentici d’Italia collocato ad 800 metri di altitudine ed attraversato dal fiume Sangro.

Continuando lungo la strada SP84 dopo appena 15 minuti si incrocia il Borgo di Pescopennataro, paese molisano che vanta la caratteristica di essere immerso nel verde dei boschi di pino bianco con vista sul mar adriatico. Proseguendo in direzione sud è il Borgo di Capracotta che cattura l’attenzione con i suoi caratteristici angoli e dalle persiane colorate di verde. Tutto in discesa lungo la SP87 si arriva nel Borgo delle campane di Agnone per una gustosa pausa pranzo prima di riprendere il tour verso Pietrabbondante.

Scoprire il borgo di Castel San Vincenzo in Molise - blog di viaggi

Isernia è il giro di boa dell’itinerario on the road in Molise dove poter trascorrere la notte per ricaricare le energie in vista secondo giorno di esplorazione: da Isernia a Fornelli il tragitto è davvero breve: appena dieci minuti per esplorare il borgo più bello d’Italia a passo lento in un’atmosfera d’altri tempi. Per raggiungere il borgo fantasma impostate sul navigatore Rocchetta Alta per arrivare proprio sotto alle abitazioni abbondante nel 1920. Castel San Vincenzo e Montenero chiudono lo splendido itinerario di due giorni in Molise prima del rientro in Abruzzo. Ecco un riepilogo delle varie tappe del mio viaggio in Molise e tempistiche di spostamenti:

  • Castel del Giudice – Pescopennataro (15 min);
  • Pescopennataro – Capracotta (20 min);
  • Capracotta – Agnone (25 min);
  • Agnone – Pietrabbondante (25 min);
  • Pietrabbondante – Isernia (35 min);
  • Isernia – Fornelli (10 min);
  • Fornelli – Rocchetta Alta (20 min);
  • Rocchetta Alta – Castel San Vincenzo (15 min);
  • Castel San Vincenzo – Montenero Val Cocchiara (25 min).

10 luoghi imperdibili da vedere in Molise

Borgo di Castel del Giudice

E’ il Borgo sostenibile del Molise rappresentato dall’opera più interessante di tutta la regione: Borgotufi è un albergo diffuso realizzato da un progetto di recupero di stalle abbandonate e riconvertito in strutture ricettive dal basso impatto ambientale e ben inserite alle pendici del paese. Un esempio di architettura sostenibile ed un’idea di viaggio sostenibile in Molise.

Cosa fare nel borgo di Castel del Giudice?

  • Passeggiata nel Centro Storico;
  • Albergo diffuso di Borgotufi;
Dormire nell'albergo diffuso di Borgotufi in Molise - blog di viaggi
Dormire nel borgotufi di castel san Vincenzo in Molise - blog di viaggi

Il Borgo di Pescopennataro

E’ un autentico Borgo del Molise ricoperto da boschi di abete bianco, uno di quei tanti borghi italiani che rischiano l’abbandono con appena 200 abitanti residenti, eppure ha del fascino incredibile che lo vede primeggiare per la scelta dei borghi da visitare in Italia. Oltre ad essere soprannominato il Borgo degli abeti viene anche chiamato il Paese della pietra per tradizione dei maestri scalpellini nella sua lavorazione. Nonostante le sue dimensioni veramente ridotte, oggi è un borgo sostenibile a tutti gli effetti, valorizzato ancor di più dagli investimenti per un salto di qualità.

Dettagli nei Borghi del Molise - blog di viaggi

Borgo di Capracotta

Di Capracotta ricordiamo la famosa nevicata del 2015 quando le persone furono costrette ad entrare ed uscire dalle finestre: Capracotta oggi è un borgo molto interessante, ben curato e ha la caratteristica di avere le persiane tutte colorate di verde. Un effetto scenico da non sottovalutare che va ad integrarsi con il panorama circostante.

Cosa vedere a Capracotta?

  • Giardino della Flora Appenninica (Ingresso 2 euro, orario di apertura 9-12.30 e 14-17);
  • Centro storico di Capracotta;
  • Chiesa dell’Assunta;
  • Museo della Civiltà Contadina e dei Vecchi Mestieri.
Il corso principale nel borgo di Capracotta in Molise - blog di viaggi
Il borgo di Capracotta in Molise - blog di viaggi
Visitare Capracotta in Molise - blog di viaggi

Il Borgo della campane di Agnone

Questa cittadina in provincia di Isernia è una tappa imprescindibile nella scelta dell’itinerario di viaggio in Molise; vanta numerose caratteristiche ed elementi di pregio tanto da assumere una valenza architettonica per la presenza di numerose chiese nel centro storico, eleganti facciate dei suoi palazzetti e per la produzione delle campane in bronzo.

Cosa fare ad Agnone?

  • visita al Museo delle Campane, nella storica fonderia Pontificia Marinelli (ingresso 5 euro, orari di ingresso consultabili qui);
  • Chiesa e convento di San Francesco;
  • quartiere Ripa dallo stile veneziano;
  • pranzo gustoso nel forno “Alto Molise”.
Le campane di Bronzo nel Borgo di Agnone in Molise - blog di viaggi
La porta di accesso al Borgo delle Campane di Agnone in Molise - blog di viaggi

Borgo di Pietrabbondante

E’ un Borgo del Molise dalla scoperta continua in ogni angolo, su ogni panchina ed impresso su ogni singola pietra, a testimoniare quanto sia importante ogni sasso di questo splendido territorio molisano. Pietrabbondante è costruito sulle morge ed è una tappa obbligatoria per un viaggio zaino in spalla in Molise. Si parcheggia nella piazza antistante il paese e si prosegue lentamente in discesa tra panchine colorate, viuzze nascoste fino alla chiesa di Santa Maria Assunta. Per completare la visita di Pietrabbondante recatevi nella parte più alta del paese utilizzando il sentiero adiacente la chiesa fermandovi a leggere ogni singola citazione scritta sui sassi.

Ecco le principali cose da vedere a Pietrabbondante:

  • Teatro Italico sannita;
  • Breve passeggiata di trekking per arrivare alla croce con vista sul borgo;
  • andare alla scoperta di tutte le panchine colorate e dei sassi con incise alcune citazioni
  • statua del guerriero.
Le panchine colorate nel borgo di Pietrabbondante - blog di viaggi
I sassi di Pietrabbondante lungo il sentiero per arrivare alla Croce - blog di viaggi
Il teatro Italico sannita da vedere nei dintorni di Pietrabbondante in Molise - blog di viaggi

Città di Isernia

Il Centro Storico di Isernia è un piccolo borgo all’interno di una città molto vivace dal punto di vista del divertimento e della vita notturna che mostra un carattere elegante con numerose attrazioni da visitare, tra stretti e caratteristici vicoli e piccole piazze che si aprono come punti di ritrovo. Cosa vedere ad Isernia:

  • Arco di San Pietro;
  • Cattedrale di San Pietro Apostolo;
  • La fontana Fraterna;
  • L’acquedotto romano;
  • Chiesa dei Santi Cosma e Damiano;
  • Chiesa di Santa Chiara;
  • Chiesa di Santa Maria delle Monache.

Borgo medievale di Fornelli

A pochi chilometri da Isernia sorge il piccolo Borgo medievale di Fornelli, un antico paese che conserva ancora intatta la sua disposizione ad anello e che rispetto a molti altri abitati molisani è vivo ed autentico. Passeggiando al suo interno si respira la vera aria molisana di chi ha avuto il coraggio di restare all’interno delle proprie mura senza abbandonare le pietre con cui ha eretto la sua dimora. Fare una passeggiata nel Borgo di Fornelli è come ritornare bambini, come quando i nonni ti portavano a spasso tra una cantina e l’altra ed attingevano l’acqua dalla fontana di fianco la chiesa. Fornelli regala al visitatore pace e tranquillità, un luogo ideale per visitare i suoi dintorni vivendo in pieno l’esperienza di dormire in un borgo antico. Una delle esperienze da fare a Fornelli è esplorare l’antico borgo a passo lento con l’asino grazie a Serena dell’Associazione della Piccola Bottega.

L'odore di bucato nei borghi italiani - blog di viaggi
I colori del Borgo di Fornelli in Molise - Blog di viaggi

Il Borgo fantasma di Rocchetta Alta

In questo borgo fantasma sono rimaste in piedi poche decine di abitazioni, una chiesa sconsacrata ormai da tempo ed i ruderi del castello sulla sommità del paese: sono ancora visibili le scritte sulle facciate a testimoniare la vita di un tempo in questi vicoli ormai invasi dalla vegetazione. A partire dagli anni ’20 una frana costrinse tutta la popolazione a delocalizzare l’intero borgo in una zona pianeggiante ed abbandonare l’attuale Rocchetta Alta. L’ingresso in questo borgo abbandonato nel Molise è libero ma richiede sempre la solita attenzione ai possibili smottamenti, cadute tegole e calcinacci. Man mano che si sale e ci si addentra è la vegetazione che rende alcuni passaggi spettacolari con il contrasto sempre più acceso fino alla sommità

Il borgo fantasma di Rocchetta Alta in provincia di Isernia - blog di viaggi

Borgo di Castel San Vincenzo

Rispetto ai precedenti borghi molisani visitati in precedenza, Castel San Vincenzo mostra un’atmosfera molto più rilassata e tranquilla, perché passeggiare ne suoi vicoli è riscoprire le antiche abitudini giornaliere: dalla spesa all’alimentari al bar dietro l’angolo fino al rintocco delle campane che richiama i pochissimi fedeli al seguito. Il suo centro storico è come un labirinto che lentamente fa scoprire i suoi lati più interessanti.

Cosa vedere a Castel San Vincenzo e dintorni?

  • Chiesa di Santo Stefano;
  • Cappella di San Rocco;
  • Lago di Castel San Vincenzo;
  • La paradisiaca Cascata del Volturno;
  • Monastero ed Abbazia di San Vincenzo al Volturno.
Giardino privato nel borgo di Castel San Vincenzo in Molise - blog di viaggi
Scoprire i dettagli nei borghi Italiani - blog di viaggi

Borgo di Montenero Val Cocchiara

L’ultimo borgo visitato del viaggio sostenibile in Molise è situato ai confini con l’Abruzzo prima di rientrare in territorio aquilano: la caratteristica di tutti questi borghi è che sono inerpicati sulle rocce creando una conformazione molto particolare. La vista sul Pantano di Montenero Val Cocchiara è il panorama più bello che si intravede dal paese, una immensa distesa di acqua alimentata da sorgenti perenni che formano una delle riserve naturali di torba più grandi d’Italia.

Ti è piaciuta la mia esperienza?

Voto medio 2.2 / 5. Voti totali: 5

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Lascia un commento